Live Sicilia

PALERMO CALCIO

Palermo, Orlando pubblica bando
«Piano triennale. Deciderò io»


Articolo letto 638 volte

Il primo cittadino di Palermo ha annunciato e spiegato cosa prevederà il bando per l'acquisizione del club rosanero che ripartirà dalla Serie D

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Il sindaco Orlando ha presentato oggi, 12 luglio, il bando per l'acquisizione del Palermo calcio. Il bando prevede un piano triennale che riporti il Palermo in Serie B, un azionariato popolare limitato al massimo del 10% delle quote, soprattutto una credibilità economica e finanziaria che riportino in alto il Palermo. Accanto al sindaco vi erano il Senatore Vizzini e l'ex magistrato Guarnotta che ha dichiarato: «Metterò a disposizione la mia esperienza professionale di cinquant'anni in magistratura e di 69 anni da tifoso rosanero. Nell'interesse della città spero di poter dare una mano nell'interesse della città, che merita di tornare nella massima serie»

Il sindaco Orlando ha ribadito più volte che sarà lui a decidere nonostante vi siano dei criteri per scegliere il prossimo proprietario: «Il termine ultimo per presentare la domanda di partecipazione è il 23 luglio. Gli interessati dovranno fare pervenire con pec quanto richiesto dal bando messo a punto dall'Ufficio legale del Comune. Vogliamo dare a chi parteciperà un po' di respiro per acquisire la documentazione dagli istituti bancari. Chi si presenta deve dirci cosa intende fare per il passaggio dalla D alla C e per le categorie superiori». Ad Orlando è stato chiesto se ci sarà la possibilità della multiproprietà e lui ha risposto così: «Vogliamo evitare che il Palermo, oltre a dovere ripartire dalla serie D, diventi una società satellite di altre. Possibili acquirenti? In queste settimane mi hanno contattati in tanti ma ho sempre evitato di risponder e mi sono tenuto lontano - ha rivelato il sindaco -, adesso c'è il bando e chi è interessato può partecipare alla luce del sole».

Il primo cittadino si è soffermato sull'ex presidente Albanese e ha dichiarato: «Mi auguro che il chiarisca quanto accaduto, anche rispetto ai comportamenti di una società che ha commesso degli errori».

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php