Live Sicilia

CALCIO - SERIE B

Palermo, rosanero vicini al baratro
Gravina: "Applicheremo le regole"


Articolo letto 1.360 volte

Il presidente della Figc non ammette deroghe al caso dei siciliani, nel frattempo sale la tensione con gli stipendi dei calciatori non pagati e gli ultras presenti allo stadio.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Dalla mezzanotte di martedì la situazione si aggrava di ora in ora per il Palermo che dopo il caos legato alla fideiussione non prodotta per l'iscrizione al prossimo campionato di serie B adesso sembra un pugile suonato all'angolo che non riesce a tornare sul ring. Gli ultimi capitoli dell'intricata vicenda che riguarda il destino del club di viale del Fante hanno riguardato nello specifico gli stipendi dei calciatori che alla data di ieri non sono stati ancora pagati, notizia quest'ultima che ha aumentato lo scetticismo da parte dei tifosi nei confronti dell'attuale proprietà che ieri ha parlato ufficialmente solo con il presidente Albanese.

"Oggi in cda abbiamo chiesto gli estratti conto dei conti correnti - ha affermato il numero uno del club - per inviarli alla Figc. La fideiussione ha profili diversi e ci saranno sviluppi sulla tentata truffa. Stasera (ieri, ndr) noi avremo la lista di tutti i pagamenti fatti: se corrisponderà a quanto richiesto dalla Figc, rimarrà solo il problema della fideiussione che verrà affrontato tramite un dialogo con quest'ultima. Per quanto riguarda gli stipendi i bonifici sono stati fatti il 24, e dunque prima di giovedì non si vedranno. Il mio augurio è quello di cominciare stasera una battaglia unicamente per la fideiussione”.

La risposta della Figc sul caso Palermo non si è fatta attendere ed è arrivata tramite il proprio presidente Gravina: "la decisione sarà molto semplice, applicheremo le regole: non ci può essere deroga a nessun principio del rispetto delle regole. La commissione di vigilanza è al lavoro, ci sono delle criticità e queste criticità le valuterà il nostro organismo di controllo”. Ieri nel frattempo molti tifosi si sono presentati nel piazzale antistante lo stadio per attendere i dirigenti rosanero all'uscita degli uffici della società e chiedere la verità sulla grave situazione societaria. 

 

 

 

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php