Live Sicilia

CALCIO - SERIE B

Palermo-Foschi, reazione del club
Lettera di contestazione per il ds


Articolo letto 1.890 volte

La lettera anticipa una procedura di licenziamento di natura disciplinare per l'ex presidente con la vicenda che può finire in un'aula di Tribunale.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - La querelle fra il Palermo e il suo ex presidente Rino Foschi ha scritto in queste ore un nuovo capitolo nella sua narrazione. L'ultima mossa è stata quella portata avanti dalla nuova proprietà che, alla luce della sospensione dal ruolo di ds e l'affidamento ad interim a Fabrizio Lucchesi, ha deciso di presentare una lettera di contestazione che porterebbe al licenziamento di natura disciplinare del dirigente romagnolo. La vicenda, come viene riportato nel Giornale di Sicilia, rischia di finire dunque in Tribunale dato che la  comunicazione costituisce un richiamo al dipendente per dare spiegazioni del proprio operato al datore di lavoro prima di un eventuale licenziamento per giusta causa e che tale richiesta può essere impugnata presso il giudice del lavoro. 

Il braccio di ferro dunque proseguirà anche nelle prossime settimane con l'accordo fra le parti che, a questo punto, sembra sempre più improbabile se non addirittura impossibile. Il Palermo infatti ha già deciso di non trovare un altro ds al posto di Foschi, affidando il doppio ruolo al direttore generale Lucchesi, e quindi punta a risolvere il contratto che lo lega al dirigente originario di Cesena fino al giugno 2020. L'obiettivo della società, in termini di spending review, è dunque quello di togliersi dal groppone degli accordi, anche con l'altro ds Aladino Valoti, che incidono nelle casse rosanero per circa un milione di euro lordi.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php