Live Sicilia

CALCIO - SERIE B

Palermo, è il giorno dell'udienza
Rosanero in bilico fra salvezza e C


Articolo letto 4.092 volte

Dopo il rinvio della settimana scorsa la Corte d'Appello Federale è chiamata a pronunciarsi sul ricorso del club di viale del Fante.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Sarà la volta buona? Dopo il rinvio della settimana scorsa per l'astensione del presidente del collegio giudicante Santoro infatti è arrivato il giorno in cui la Corte Federale d'Appello, con i suoi nuovi componenti, dovrà giudicare il ricorso del Palermo Calcio in merito alla decisione del Tribunale Federale in primo grado di retrocedere il club di viale del Fante all'ultimo posto del campionato di serie B e dunque in serie C. Dopo la decisione del Tar del Lazio di rendere effettiva la disputa del playout, in un primo momento annullato dalla Lega di serie B e che al momento con il Palermo in C vedrebbe Foggia e Salernitana giocarsi l'ultimo posto per mantenere la permanenza nel campionato cadetto, sono aumentate infatti le chance anche dei rosanero di poter cambiare la decisione presa in primo grado quantomeno per salvaguardare la serie B.

Gli avvocati rosanero, che già la settimana scorsa erano pronti a presentare un'importante memoria difensiva a favore del club rosanero, presenti oggi a Roma presso la Corte Federale d'Appello faranno dunque valere innanzitutto il deferimento della Procura Federale arrivato in maniera tardiva rispetto ai fatti contestati, poi il deferimento riguardante l'ex presidente Zamparini ritenuto 'inammissibile' ma che è invece strettamente collegato a al destino del Palermo in quanto non si può condannare per responsabilità diretta la società se prima non viene condannato il soggetto che ha posto in essere il deferimento. A pesare sarà poi la differenza di giudizio che la Procura utilizzò l'anno scorso con Chievo e Cesena, accusate di aver falsato i bilanci, che ricevettero 15 punti di penalizzazione e non una retrocessione diretta come quella inflitta ai siciliani.

Gli scenari possibili restano dunque sempre gli stessi anche se con l'ennesimo rinvio quella del completo 'ribaltone' della decisione di primo grado sembra ormai tramontata del tutto. A restare sul tavolo dunque c'è lo scenario peggiore, con la conferma della retrocessione in C ed il Palermo che a quel punto potrà rivolgersi alla giustizia ordinaria per vedersi magari aggregato alla prossima serie B in sovrannumero, oppure quello di una parziale vittoria con una penalizzazione tale da mantenere la serie B, e di conseguenza cambiare la disposizione delle squadre che disputeranno i playout dato che con un Palermo salvo non sarà più il Foggia ma il Venezia a dover disputare lo spareggio salvezza contro la Salernitana. Per conoscere il destino dei rosanero bisognerà dunque attendere il primo pomeriggio di oggi anche se la sentenza potrebbe arrivare fra la giornata di oggi e quella di domani, quando si riunirà anche il Consiglio Federale della Figc per delibera in merito proprio alla situazione della B.

 

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php