Live Sicilia

CALCIO - SERIE B

Palermo, i rosanero non mollano
E spunta anche l'ipotesi playout


Articolo letto 3.816 volte

I ragazzi di Delio Rossi proseguono gli allenamenti, in attesa della sentenza di mercoledì prossimo che può portare ai playout.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - La partita che si gioca nelle aule di tribunale, in particolare quella in Corte Federale d'Appello, non è ancora finita e anzi l'ulteriore rinvio dell'udienza al 29 maggio prossimo per il Palermo rappresenta uno stimolo a non mollare per far valere le proprie ragioni, che vedono i rosanero attualmente fuori dalla prossima serie B. I legali del club rosanero, dopo aver accolto con disappunto il rinvio richiesto dal presidente del collegio giudicante Sergio Santoro che si è astenuto dal giudizio per un articolo che lo riguardava apparso su 'Repubblica', infatti affermano con forza le ragioni della società siciliana che dalla sua ha un'ampia memoria difensiva che punta sul recente pronunciamento della Cassazione sull'operazione Alyssa e sull'evidenza fondi presentata dall'attuale proprietà Arkus Network.

Parallelamente alla battaglia legale c'è però un gruppo di giocatori che continua a correre e sudare nell'eventualità che da mercoledì dovesse arrivare la notizia attesa ormai da tempo: ovvero quella di essere chiamati in campo per giocarsi la A o quantomeno la B. Nel caso in cui la sentenza di primo grado nei confronti dei rosanero dovesse essere ribaltata dalla Corte d'Appello, con il Palermo nuovamente al terzo posto in classifica senza penalizzazioni, gli uomini di Delio Rossi dovrebbero giocarsi in qualche modo la propria chance di andare in serie A tramite i playoff. Questa ipotesi però, arrivati a questo punto degli spareggi con la finale d'andata che si celebrerà giovedì 30, sembra ormai del tutto tramontata.

Diversamente con una penalità di quindici punti ai rosanero verrebbe preclusa la possibilità di giocare i playoff ma manterrebbe la categoria da cui ripartire l'anno prossimo più o meno con la stessa squadra e con diverse ambizioni sotto la nuova gestione. Infine nelle ultime ore è iniziato a circolare anche un quarto scenario, alternativo alla retrocessione diretta in serie C che equivarrebbe alla conferma del primo grado di giudizio, che ipotizzerebbe una penalità di venticinque punti con il Palermo portato a 38 punti al pari di Venezia e Salernitana con i veneti che si salverebbero in virtù degli scontri diretti e che porterebbe dunque i siciliani a giocarsi un playout, che il Tar ha stabilito legittimo da disputare, contro i campani. Solo un'ipotesi al momento ma che giustificherebbe alla fine gli sforzi dei giocatori rosanero che fino ad ora hanno proseguito i propri allenamenti e che attendono solo di conoscere il loro prossimo avversario, se mai ci sarà.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php