Live Sicilia

CALCIO - SERIE C

Catania, pari e Potenza eliminato
Rossazzurri in semifinale playoff


Articolo letto 2.526 volte

Decisivo un gol di Di Piazza per gli etnei che replicano l'1-1 dell'andata.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Il Catania strappa la qualificazione ad un coriaceo Potenza pareggiando 1-1 al “Massimino”, stesso risultato del match d’andata ma vanno avanti i rossazzurri in virtù del miglior piazzamento nella regular season. Gara sofferta e svolta decisiva arrivata a 12 minuti dalla fine del tempo regolamentare quando Matteo Di Piazza ha indovinato il diagonale che ha ristabilito l’equilibrio. Gli ospiti, infatti, erano riusciti a portarsi in vantaggio al 12° del primo tempo con un perfetto colpo di testa di Lescano ben imbeccato dal solito Emerson. La reazione del Catania si è materializzata con la colossale occasione sprecata da Di Piazza che si è fatto ipnotizzare da Ioime in uscita. Poi il nervosismo ha preso il sopravvento ed i padroni di casa hanno recriminato per alcune azioni dubbie in area di rigore ospite non sanzionate dal direttore di gara. A farne le spese è stato Sottil, espulso e non rientrato nella ripresa. Il Catania è però tornato in campo come se fosse stato morso dalla tarantola e ha stretto d’assedio la metà campo avversaria scoprendosi, inevitabilmente, alle ripartenze lucane. Su una di queste, è stata provvidenziale la chiusura di Baraye su Guaita lanciato a rete. Dall’altra parta, Lodi ha colpito il palo su punizione e Curiale non è riuscito a deviare in porta da due passi un invitante assist al volo del subentrato numero 10. Il cronometro ha continuato a scorre inesorabile ma il Catania ci ha creduto sempre. Allo scoccare del 33° minuto del secondo tempo, Di Piazza è riuscito ad incunearsi in area dalla sinistra indovinando il diagonale che ha mandato il pallone a spegnersi nell’angolino più lontano. Il “Massimino” è… esploso in un’incontenibile urlo di gioia. Il Potenza si è catapultato in avanti con le forze residue e Franca, per poco, non ha beffato nuovamente Pisseri con un colpo di testa finito a lato di poco. Curiale è stato, poi, contrato al momento del tiro ed il triplice fischio ha chiuso la contesa. Adesso il Catania attende di conoscere il prossimo avversario da affrontare nella doppia sfida in programma il 29 maggio e 2 giugno prossimi.

IL TABELLINO

CATANIA (4-3-1-2) – Pisseri, Calapai, Aya, Silvestri, Marchese (dal 1°s.t. Baraye), Carriero (dal 1°s.t. Lodi), Biagianti (k) (dal 21°s.t. Manneh), Rizzo, Sarno (dal 39°s.t. Esposito), Marotta (dal 17°s.t. Curiale), Di Piazza. A disposizione: Bardini, Lovric, Valeau, Bucolo, Angiulli, Llama, Brodic. Allenatore: Andrea Sottil.

POTENZA (3-4-3) – Ioime, Sales, Emerson, Sepe, Guaita (dal 29°s.t. Longo), Coppola, Dettori (k), Panico (dall’11°s.t. Di Somma), Genchi (dal 1°s.t. Bacio Terracino), Lescano (dal 29°s.t. Franca), Ricci (dal 17°s.t. Matera). A disposizione: Breza, Matino, Giosa, Di Modugno, Coccia, Piccinni. Allenatore: Giuseppe Raffaele.

Arbitro: Giacomo Camplone di Pescara.

Assistenti: Thomas Ruggieri (Pescara) ed Alessio Saccenti (Modena).

4° Uomo: Ermanno Feliciani (Teramo).

Reti: 12°p.t. Lescano (PZ); 33°s.t. Di Piazza (CT).

Ammoniti: Carriero (CT); Sepe (PZ); Di Piazza (CT); Coppola (PZ); Curiale (CT).

Espulsi: Sottil (allenatore CT).

Diffidati: Curiale, Sarno, Rizzo (CT); Sales, Dettori, Piccinni (PZ).

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php