Live Sicilia

Calcio - Serie B

Palermo, i progetti di Arkus Network
Le tre ipotesi dopo il verdetto


Articolo letto 1.480 volte

Il piano industriale di Arkus Network varierà in base alla decisione che prenderà domani la Corte Federale d'Appello

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Domani, giovedì 23 maggio alle ore 14.30, presso la sede della FIGC si svolgerà l'udienza della Corte Federale d'Appello in merito al ricorso del Palermo. Il club rosanero, condannato alla Sere C dal TFN, ha presentato ricorso per cercare di evitare la pena che gli è stata inflitta nel primo grado di giudizio. 

L'edizione odierna de La Repubblica evidenzia come le ipotesi possibili siano tre ed in base alla decisione della CFA i progetti di Arkus Network varieranno di conseguenza. “Tre piani di lavoro. Due già pienamente operativi, perché legati l’uno all’altro, e il terzo chiuso in una carpetta che tutti sperano di non aprire. Sono stati giorni di riunioni frenetiche e lavoro intenso quelli nella sede romana della Arkus Network, la holding che controlla la proprietà del Palermo attraverso Sporting Network".

La prima ipotesi è quella di una conferma della pena. Con la retrocessione in Serie C la nuova proprietà del Palermo dovrà rivedere il piano industriale e le previsioni di spesa. Anche perché vi sarà un ulteriore aumento delle spese e minori introiti, visto che la maggiore fonte dei club sono i diritti televisivi. Una prospettiva che non spaventa Arkus Network anche "perché l’obiettivo principale resta quello di investire comunque nella costruzione di stadio e centro sportivo coinvolgendo altri investitori già disponibili a prescindere dalla categoria".

Il secondo scenario è quello di una riduzione della pena con il conseguente mantenimento della categoria. In questo caso la proprietà, nonostante una perdita stimata di 8 milioni, potrebbe continuare a portare avanti il piano di risanamento già iniziato che dovrebbe culminare con il completo risanamento dei conti del club.

Infine, vi è la terza possibilità, quella del ribaltamento della sentenza di primo grado. E' quello che si augurano i circa mille tifosi che si presenteranno domani davanti la sede della FIGC per protestare contro le scelte prese fin qui dalla giustizia sportiva. E' l'ipotesi più difficile, anche perché in caso di vittoria in appello del Palermo bisognerebbe disputare nuovamente i playoff. In quest'ottica il piano di risanamento dei conti del club da parte di Arkus subirebbe una spinta importante in virtù dei circa 40 milioni che la società di viale del Fante andrebbe ad incassare dai diritti televisivi.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php