Live Sicilia

Calcio - Serie B

Palermo, Macaione fa chiarezza:
"Ipotesi Serie C già contemplata"


Articolo letto 3.069 volte

Le parole del vicepresidente del club di viale del Fante

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Il futuro del Palermo è ancora in bilico. Dopo la sentenza di primo grado della giustizia sportiva, che ha stabilito la retrocessione del club rosanero in Serie C, i legali della società di viale del Fante hanno fatto ricorso alla Corte Federale d'Appello. L'udienza si terrà giovedì a Roma, con i tifosi che sono pronti ad andare a protestare direttamente davanti gli uffici della Federazione. Intervistato da Il Giornale di Sicilia, il vicepresidente del Palermo, Vincenzo Macaione ha spiegato: "L’ipotesi Serie C, per noi, era già contemplata nel piano. Sia la dirigenza che la proprietà, di cui anche io faccio parte, non si ritireranno. Cambiano i piani di ristrutturazione e questo è chiaro. Ho sempre rappresentato i peggiori scenari possibili alla proprietà, anche più disastrosi di questo“.

A livello economico la Serie C sarebbe un duro colpo da affrontare per la nuova società: “Sicuramente è una botta e nessuno se lo aspettava da un punto di vista giuridico, però ci adegueremo tutti. Le proiezioni devono ancora essere fatte anche in base di situazioni che devono ancora accadere. Tra una decina o una quindicina di giorni, quando avremo la metà delle informazioni necessarie, allora potremo avere dei dati più dettagliati“.

Infine, Macaione si è detto fiducioso in merito alle vie legali da intraprendere anche qualora dovesse andare male anche il ricorso alla Corte Federale d'Appello: “C’è ancora un terzo grado di giudizio e c’è ancora il Tar dunque per fare un piano abbiamo ancora tempo. Sicuramente dopo giovedì ci metteremo al lavoro in maniera ancor più esecutiva rispetto a quanto stiamo già facendo adesso“.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php