Live Sicilia

calcio - serie a

Roma, Ranieri sull'addio di De Rossi:
"Io l'avrei tenuto in squadra"


Articolo letto 148 volte

Le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico dei giallorossi

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Verso la sfida al Sassuolo tra dubbi e incertezze. Questo lo stato d'animo della Roma che giungerà a Reggio Emilia per sfidare i neroverdi. Intervenuto in conferenza stampa, il tecnico dei giallorossi, Claudio Ranieri ha descritto così l'attuale situazione della sua squadra: "Io credo che quanto successo debba essere uno stimolo positivo, ormai i giocatori sono abituati a tutto. Potevano disturbare anche qualche tempo fa tutte le voci sull'allenatore del futuro, ma i ragazzi non hanno mollato. Io mi auguro che questo fatto sia un input a fare bene. Ci sono due partite da giocare, dobbiamo fare il massimo per non avere rimpianti".

L'esperto tecnico ha poi aggiunto: "Quando ho accettato questo incarico, sapevo di trovare una squadra giù mentalmente, non fisicamente. Le mie forze sono state rivolte a cercare di farli credere in loro stessi, nel loro senso di appartenenza. È logico che tutto questo non aiuta il mio lavoro. Tutte le chiacchiere sull'allenatore possono aver inciso sul pareggio di Genova. Ho chiesto aiuto ai tifosi e loro hanno risposto, ci sono stati vicini e ci hanno aiutato a vincere alcune partite difficilissime, li devo soltanto ringraziare".

A tenere banco in settimana anche il capitolo Daniele De Rossi, Ranieri ha le idee chiare: "Che cosa avrei fatto? Io sono allenatore. Se mi fosse stato chiesto in quanto allenatore cosa fare con De Rossi, io avrei detto che lo voglio, perché so che giocatore e che uomo è. Che capitano è. Sembra strano ma ancora non ci ho parlato (ride, ndr). L'ho visto come sempre: bello, motivato e carico. Certo sarà un po' condizionato da quanto gli sta accadendo, è normale per tutto quello che ha fatto per questa squadra. Ha detto di voler continuare a giocare. Lui ha già una mentalità da allenatore, ha anche il padre allenatore in casa. Volevo fare un appello ai tifosi: l'ultima partita all'Olimpico deve essere una festa per Daniele, il tempo delle contestazioni ci sarà, ma bisogna dimostrare l'amore a Daniele".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php