Live Sicilia

l'udienza

Palermo, la Procura chiederà la C
I legali: "Deferimento inammissibile"


Articolo letto 4.094 volte

Oggi a Roma si terrà l'udienza del Tribunale federale, la difesa dei legali rosanero si ispira al Milan

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Giornate caldissime per il Palermo Calcio. Oggi l'udienza a Roma del Tribunale Federale Nazionale, domani la partita col Cittadella che può valere la serie A. Il club rosanero è accusato di aver operato degli illeciti amministrativi. Secondo il procuratore federale Giuseppe Pecoraro, che è intenzionato a chiedere la retrocessione in C o una penalizzazione di 15 punti, il Palermo avrebbe, secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, taroccato i bilanci dal 2014 al 2017 al fine di ottenere l’iscrizione ai campionati.

"I legali del club siciliano chiederanno innanzitutto l’inammissibilità del deferimento per un presunto difetto di giurisdizione, e in seconda battuta la sospensione del deferimento stesso, in attesa che venga definito il processo penale a carico di Zamparini (deferito a sua volta), processo che inizierà il 2 luglio", si legge sul quotidiano.

La difesa del club rosanero evidenzierà anche delle incongruenze sulle date di produzione di alcuni atti che sarebbero stati acquisiti solo parzialmente e che il cambio di proprietà sarà salutare per la società. Il precedente è quello che riguarda il Milan, quest’estate riammesso dal Tas alle coppe europee grazie al progetto, ritenuto solido e credibile, dei nuovi proprietari.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php