Live Sicilia

CALCIO - SERIE B

Palermo-Arkus, closing in arrivo
Macaione è il presidente designato


Articolo letto 5.684 volte

Il banchiere palermitano, advisor nella trattativa fra Arkus Network ed il Palermo, può diventare il nuovo numero uno di viale del Fante.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Un annuncio fulmineo, dato a poche ore di distanza da quello del ritorno di Delio Rossi sulla panchina rosanero, e quantomeno inaspettato visti gli stretti rapporti con York Capital delle ultime settimane. Il Palermo invece verrà acquisito da Arkus Network, società del settore turistico alberghiero con cui è stato firmato un preliminare in vista del closing con il passaggio del 100% delle quote societarie e delle controllate. L'accelerazione alle trattative è frutto dello sforzo della proprietaria delle azioni del Palermo Daniela De Angeli che, in parallelo con la parte di Arkus rappresentata dal presidente  Walter Tuttolomondo, Vincenzo Macaione come advisor e Fabrizio Lucchesi nel ruolo di consulente, ha deciso di riunire tutti intorno ad un tavolo e al termine di una riunione fiume durata più di dieci ore trovare l'accordo per la firma di un preliminare.

L’accordo, che prevede il passaggio con una cifra simbolica della società rosanero ed il successivo accollo di 40 milioni di debiti, vedrà l’immediata immissione di circa 10 milioni per spese di gestione e adempimenti fiscali al momento del closing avvenuto, mentre se la vendita dovesse saltare la penale per Arkus sarebbe da 5 milioni. Ma cosa ha fatto scattare la scintilla nei confronti della società in forte espansione nel settore del turismo? Nelle ultime settimana infatti l'accordo con gli americani di York Capital sembrava ad un passo ma il fondo non era disposta ad accettare una clausola che riguardava il passaggio di fondi da Mepal che poi sarebbe stati riversati nelle casse rosanero. Un passaggio che invece Arkus ha accettato superando nel rettilineo finale i rivali. 


A closing avvenuto dunque, si parla del 6 maggio come data limite anche se già nei primissimi giorni di maggio Arkus ci terrebbe a chiudere per rispettare dei passaggi importanti legati ad organi federali e Covisoc, ci sarà da designare anche la nuova figura che prenderà il posto di Rino Foschi come presidente del Palermo. Il nome candidato a diventare il nuovo numero uno di Viale del Fante è proprio quello di Vincenzo Macaione, banchiere palermitano che ha curato come advisor l'accordo fra il Palermo e Arkus Network. Il 39enne, che ha un'esperienza ventennale nel settore della finanza, negli anni ha lavorato per Allianz Group e Banca Mediolanum mentre nel 2013 ha fondato la Primus Partners, società attiva nel settore della ristrutturazione di crediti e portafogli immobiliari di cui è anche amministratore delegato. In Europa ha gestito diversi affari immobiliari ed ora si accinge ad entrare in un mondo del tutto nuovo come quello del calcio.

 

 

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php