Live Sicilia

CALCIO - SERIE B

Palermo, Brignoli è una certezza
Parate e interventi per la A


Articolo letto 847 volte

Il portiere bergamasco con la gara di Benevento ha certificato il suo ruolo fondamentale all'interno della formazione rosanero.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Otto interventi decisivi in ogni tipo di situazione offensiva possibile, tre punti fondamentali per la scalata alla serie A conquistati grazie alle sue parate. Alberto Brignoli nell'ultima sfida contro il Benevento, sua ex squadra con cui ha realizzato lo storico gol di testa in serie A contro il Milan per il primo punto dei sanniti nel massimo campionato, è tornato super come in quella celebre sfida ai rossoneri ma stavolta non uscendo dalla sua area di rigore bensì compiendo dei veri e propri 'miracoli' fra i pali della porta rosanero. Salvataggi come quello sulla linea della porta sul colpo di testa di Coda o sulla conclusione di Maggio, oppure le respinte sulle conclusioni di Bonaiuto e Viola, hanno mantenuto infatti il punteggio a favore dei siciliani dopo il gol di Nestorovski e sopratutto dato la spinta necessaria agli uomini di Stellone per cercare il raddoppio poi con Puscas.

L'estremo difensore però ha già abituato nel corso della stagione ad interventi di grande spessore tanto da essere incoronato da più addatti ai lavori come il miglior portiere del campionato cadetto. In effetti il numero uno bergamasco dopo un inizio balbettante sotto la gestione Tedino con l'arrivo di Stellone è riuscito a mantenere la sua porta inviolata in sei occasioni risultando quasi sempre fra i migliori in campo non subendo mai più di un gol a partita. Nel girone di ritorno, complice anche il caos societario che ha condizionato la serenità del gruppo di cui Brignoli è diventato subito uno dei leader mettendo spesso la faccia in situazioni delicate, il dato dei gol subiti è aumentato senza particolari colpe da addebitare al portiere.

Lo spartiacque dell'annata di Brignoli può essere rappresentato probabilmente dal gol subito in pieno recupero da Tremolada, in occasione del big match pareggiato contro il Brescia al 'Barbera', in cui il portiere rosanero calcolò male il suo posizionamento fra i pali. Episodio poi cancellato appena due settimane dopo sempre davanti al proprio pubblico nella sfida col Lecce in cui, grazie alle parete decisive su La Mantia e Falco, Brignoli si riprese gli applausi dei supporter rosanero che lo hanno eletto come proprio beniamino. Da quel momento fino ad ora dunque solo parate decisive, con il sogno della serie A che per il giocatore acquistato dalla Juventus resta la stella polare da inseguire da qui fino alle prossime cinque gare. Anche grazie ad i suoi interventi i tifosi possono ancora sognare un futuro nella massima serie.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php