Live Sicilia

calcio

Palermo-York, Foschi conferma?
"Non parlo per scaramanzia"


Articolo letto 2.947 volte

Il presidente rosanero allontana anche l'ipotesi Ferrero.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Rino Foschi fornisce una piccola conferma alle indiscrezioni che circolano da questa mattina, relativamente alla trattativa per far finire il Palermo calcio nelle mani di York Capital, la società statunitense che vanta un capitale superiore ai 20 miliardi di dollari. L'attuale presidente del club di viale del Fante ha rilasciato alcune dichiarazioni per la versione online del Giornale di Sicilia, facendo capire che non c'è alcuna intenzione di commentare questi rumors: "Vendere il Palermo a York sarebbe il completamento di un sogno - ammette Foschi - . Ci stiamo però lavorando, anche a fari spenti, e al momento non posso né smentire, né confermare nulla. Posso dirvi che stiamo lavorando intensamente per dare il Palermo in mani sicure. York sappiamo benissimo che potrebbe rappresentare la svolta, per loro si tratta di un affare ed è risaputo che il Palermo ha un certo appeal. Ma non voglio nemmeno parlare per scaramanzia, speriamo possa concretizzarsi il tutto il prima possibile".

Dunque Rino Foschi ha in un certo senso confermato il fatto che la trattativa tra il Palermo e York Capital prosegue, con Daniela De Angeli che sta svolgendo il suo ruolo di mediatore proprio per conto della società rosanero, che per sua stessa ammissione verrà venduta per quella stessa cifra simbolica di 10 euro investita inizialmente dagli inglesi di Sport Capital Group e poi rimessa sul tavolo per portar via il Palermo al gruppo fondato da Clive Richardson. E Rino Foschi, quasi per una questione di scaramanzia tutta italiana, non rende noti i dettagli della trattativa con gli esponenti della cordata a stelle e strisce, che dopo i primi abboccamenti avvenuti alla fine della scorsa estate sembra intenzionata a fare sul serio, così si è letto e scritto nella mattinata odierna.

Tra le altre cose, Rino Foschi ha anche messo da parte l'eventuale candidatura di Massimo Ferrero, patron di quella Sampdoria finita a propria volta nel mirino sia della York Capital che, in forma privata, del suo CEO Jamie Dinan. Stando a leggere le parole del presidente del Palermo, non ci sono trattative in corso tra l'attuale numero uno del club blucerchiato e l'entourage della società di viale del Fante: "Non ho mai trattato con altri acquirenti, ho rispetto di tutti e per tutti, ma voglio serietà quando si parla di Palermo. Mi piacerebbe concludere il mio lavoro facendo quest’ultimo regalo ai tifosi rosanero, stiamo lavorando ad una cessione professionale e non al primo che passa, quindi c’è bisogno di tempo e pazienza".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php