Live Sicilia

calcio

Palermo, retroscena su Preziosi
Era pronto a cedere il Genoa


Articolo letto 6.572 volte

Il patron del Grifone avrebbe investito la cifra incassata per acquisire il club di viale del Fante.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Enrico Preziosi era a un passo dal cedere il Genoa per poi mettere le mani sul Palermo. La notizia che circola in queste ore dà in un certo senso una conferma a quanto si è detto e scritto nei giorni scorsi, finchè in un colpo solo non è arrivata la notizia dell'uscita di scena di Dario Mirri e quella relativa al fatto che il patron del Grifone si è defilato dal tentativo di acquisire il club di viale del Fante. Il retroscena legato a Preziosi e al Palermo è stato reso noto stamani sulle pagine dell'edizione genovese del quotidiano La Repubblica, che è andata ad approfondire nel dettaglio la situazione relativa a questo vero e proprio triangolo, che ha avuto come protagonisti l'imprenditore nel campo dei giocattoli, la società ligure e quella siciliana. Anche se, alla fine dei conti, la situazione non si è sbloccata e Preziosi non è riuscito ad acquisire il Palermo.

Ma veniamo ai fatti: Enrico Preziosi era in trattativa per acquisire il Palermo. Ma prima avrebbe dovuto cedere il Genoa, visto che l'intento dell'imprenditore originario di Avellino era quello di proseguire in rosanero solo con la promozione in serie A acquisita. Ecco allora che spunta un altro personaggio, ovvero Salvatore Tuttolomondo, proprietario di una delle società leader nel settore del turismo di lusso. Tuttolomondo è stato a lungo in trattativa con Preziosi per mettere le mani sul Genoa, arrivando ad avanzare un'ultima offerta da 25 milioni di euro più l'accollo dei debiti, non quantificati stamani sul quotidiano nazionale. In base alle ultime indiscrezioni, nella giornata di martedì scorso avrebbe dovuto tenersi l'appuntamento decisivo tra Tuttolomondo e il patron del Genoa. Appuntamento che è stato però disdetto dallo stesso Preziosi.

Da qui la fine delle trattative per il passaggio di proprietà in casa Genoa, con conseguente fallimento dell'altra trattativa, quella che avrebbe dovuto portare Preziosi a diventare il nuovo proprietario del Palermo, con una buona base dal punto di vista economico data per l'appunto dai 25 milioni ottenuti da Tuttolomondo (e non solo quelli), ma anche sulla scorta della presenza di altri personaggi di spicco, sul piano calcistico e non solo, al suo fianco. Tra questi Guglielmo Miccichè e Rinaldo Sagramola, i quali avrebbero ricomposto una coppia che ha fatto grandi cose a Palermo nei primi anni dell'era Zamparini. Tra le altre cose, Preziosi era interessato ad acquisire il club di viale del Fante a tal punto da scendere in campo in prima persona per convincere alcuni dei procuratori creditori a fare un passo indietro, attendendo tempi migliori per la riscossione del loro credito.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php