Live Sicilia

serie c

Catania, Lo Monaco tuona:
"Faremo di tutto per andare in B"


Articolo letto 1.080 volte

Il dirigente rossoazzurro attacca la stampa che non sostiene il club.


CATANIA - Pietro Lo Monaco ci mette la faccia. Come sempre avvenuto nei momenti di maggiore difficoltà, l’amministratore delegato rossazzurro scende in campo in prima persona per spronare l’ambiente nel momento della volata decisiva della stagione. Alle soglie della delicatissima trasferta a Viterbo, Lo Monaco si è soffermato su vari aspetti: “Leggo spesso cose che non stanno nè in cielo nè in terra –tuona il dirigente di origini campane- e posso affermare di non aver mai preteso che i giornalisti scrivessero ciò che vogliamo noi, lasciando sempre libertà di espressione. Oggi la stampa catanese è di Serie C e non più di Serie A di apri passo con la squadra. Quest’anno siamo incappati in un campionato falsato, scendendo in campo alla quinta giornata quando la Juve Stabia aveva già totalizzato 15 punti".

"Psicologicamente non è una cosa facile da metabolizzare - prosegue Lo Monaco sul tema - . Tuttavia, potevamo eguagliare la Juve Stabia se non avessimo buttato via sei punti tra Siracusa e Bisceglie. Devo però farvi notare che se il Catanzaro può puntare alla serie B non capisco perché non possa farlo anche il Catania. La Juve Stabia ha dimostrato di avere grande carattere riuscendo a vincere tante partite sul filo di lana ma la capolista è stata spesso baciata anche dalla dea bendata. Noi faremo di tutto sino all’ultimo respiro per centrare la promozione. Nulla è scontato. In organico abbiamo tre attaccanti tra i più forti della categoria: speriamo che riescano a dare il loro contributo in questo finale”.

Poi, Lo Monaco si è soffermato sulla questione riguardante il risanamento economico della società: “Stiamo faticosamente venendo fuori da una situazione delicatissima visto che il Catania tre anni fa era tecnicamente fallito. Adesso siamo poco dopo la metà del guado ma c’è una situazione debitoria in corso. Conquistando la serie B avremmo delle disponibilità diverse, con l’obiettivo prioritario di sanare tutto. Peraltro, al momento, non ci sono manifestazioni d’interesse nei confronti del Calcio Catania”. Quindi, Lo Monaco torna sulla trasferta a Viterbo: “Mi aspetto che i nostri attaccanti si sblocchino chiudendo l’azione con i tempi giusti –afferma il D.G.- finalizzando la manovra della squadra. In terra laziale rientrerà Sarno, un calciatore che insieme con Lodi ci garantisce una buona dose di classe ed imprevedibilità”.

Infine, non è mancata una sollecitazione ai tifosi: “Al momento avvertiamo un clima ostile da parte dei nostri sostenitori della Curva che, dopo appena 20 minuti di gioco, fischiano già i nostri calciatori. Il Catania è dei catanesi, non è delle curve, senza contare che in trasferta molto spesso ci manca l’appoggio dei nostri tifosi. Insomma, in questo momento credo che le fatidiche cinque componenti non remino nella stessa direzione. Contro la Juve Stabia, prossimamente ospite al “Massimino” sarà indetta la “Giornata Rossazzurra”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php