Live Sicilia

calcio

Palermo, è conto alla rovescia
Gli stipendi sarebbero pronti


Articolo letto 12.014 volte
VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Messa alle spalle con grande amarezza la gara contro il Brescia, conclusa con un pareggio che sa di beffa perchè è arrivato al 92' e per una conclusione fortuita di Tremolada che ha scavalcato in maniera clamorosa Brignoli, in casa Palermo torna a tenere banco la questione societaria, sia per la situazione relativa al cambio di proprietà e alla ricerca di un nuovo acquirente, sia soprattutto per risolvere i problemi legati al pagamento degli stipendi ai tesserati. La nuova deadline fissata da Figc e Covisoc è quella di lunedì 18 febbraio, quindi mancano ormai una manciata di ore prima che arrivi il giorno X e si capisce se il Palermo avrà pagato gli emolumenti previsti dalle norme federali in vigore, o se in caso contrario verrà inflitta una penalizzazione di quattro punti al club di viale del Fante, che stando ai risultati venuti fuori dalla giornata in serie B porterebbe gli uomini allenati da Roberto Stellone al terzo posto in classifica, alle spalle per un solo punto rispetto al Benevento che deve anche recuperare una partita rispetto ai rosa.

Tuttavia, sembra che la situazione relativa agli stipendi potrà risolversi per il meglio e soprattutto entro i tempi stabiliti. Stando a indiscrezioni raccolte dalla redazione di Live Sicilia, infatti, i bonifici contenenti il denaro che i tesserati del Palermo devono percepire per regolarizzare la propria posizione agli occhi degli organi federali, sarebbero già partiti. Di conseguenza i giocatori e i membri dello staff e della dirigenza potranno ricevere gli stipendi in tempo utile per evitare di andare oltre la scadenza fissata per lunedì, scongiurando dunque l'ipotesi della penalizzazione in classifica. Ovviamente la nostra indiscrezione va poi tradotta in risultati, che potranno essere resi noti dal club di viale del Fante attraverso un comunicato oppure dagli stessi organi federali nel caso in cui non si venissero a creare i presupposti per infliggere a Nestorovski e compagni il -4 in classifica.

Stando sempre alla nostra indiscrezione, l'intervento per pagare gli stipendi non deriverebbe da alcun intervento esterno. Quindi nessuna presenza occulta da parte di altri presidenti di formazioni di serie A in carica, come nel caso di Enrico Preziosi, così come è da non tenere in considerazione l'eventuale dietrofront di Mirri, esponente di Damir che si è tirato indietro dopo che è mancato l'accordo con Rino Foschi a causa di un "do ut des" richiesto dallo stesso imprenditore che voleva ottenere la gestione di comunicazione e spazi pubblicitari al "Renzo Barbera" in cambio del pagamento degli stipendi e delle pendenze con i fornitori dello stadio da qui alla fine della stagione.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php