Live Sicilia

calcio

Le nubi sulla proprietà
Spunta il nome di Coen


Articolo letto 7.270 volte

Un faccendiere di Zamparini potrebbe aver pilotato il passaggio di quote. Intanto il CdA rosanero...


PALERMO - Si aggiunge un nuovo elemento al capitolo relativo alla cessione del Palermo alla Sport Capital Group. Ci pensa l'edizione odierna di Repubblica a portare alla luce nuovi aspetti sul passaggio di proprietà dalle mani di Maurizio Zamparini a quelle del gruppo inglese, sbarcato in maniera definitiva in città circa un mese fa. A venire fuori è infatti un nuovo nome, assai vicino all'imprenditore friulano, recentemente agli arresti domiciliari con diverse accuse legate proprio alla sua attività con il Palermo calcio. Il nome in questione è quello di Corrado Coen, faccendiere che come detto è legato a Zamparini e avrebbe effettuato una serie di operazioni per consentire il trasferimento di quote dall'ex patron rosanero alla Sport Capital Group. E i dettagli, qualora venissero confermati, potrebbero scuotere in maniera clamorosa proprio gli scenari che si stanno venendo a formare sul fronte societario del club.

Si parte da un dato oggettivo, quello relativo alla composizione del nuovo Consiglio di Amministrazione. Se l'organigramma presente sul sito ufficiale parla degli ingressi dei vari Richardson, Facile e Treacy con i rispettivi ruoli di presidente, amministratore delegato e consigliere, nella realtà dei fatti tutto sarebbe ancora sotto il controllo del vecchio CdA, guidato dall'ex presidente Daniela De Angeli. Dunque, i consiglieri nominati dopo la nascita della nuova società, la Palermo Football Club SpA, risultano ancora inattivi. Probabilmente tutto questo è legato al fatto che non si è ancora svolto un nuovo Consiglio di Amministrazione. Ma l'aspetto più preoccupante deve ancora arrivare ed è legato proprio alla figura di Corrado Coen. Il faccendiere legato a Maurizio Zamparini avrebbe infatti effettuato un passaggio di quote pilotato, in modo da rendere pubblico il passaggio di proprietà e sollevare lo stesso ex patron da eventuali ulteriori problemi.

Relativamente alla figura di Corrado Coen e al presunto passaggio pilotato di titoli, si deve partire molto dalle retrovie. Più precisamente dalla Palermo Football Club SpA, società creata ad hoc dalla Sport Capital Group per motivi regolamentari, visto che una società sportiva professionistica italiana non può avere sede sociale all'estero. Proprio a proposito della Sport Capital Group, il cui capitale ammonta a circa un milione di euro, troviamo al suo interno la Eight Capital, di cui è presidente Dominic White, unico azionista ad aver immesso capitali nella società quotata in borsa. White, tra le altre cose, è anche direttore di Windustries Ltd, altra compagnia che gira nell'orbita di Sport Capital così come Abalone Management Fund, società con sede sociale a Malta. Da dove si evince il collegamento tra queste due ultime compagnie? Dalla presenza di Roberto Colapinto, che è azionista di Windustries ma soprattutto Ceo di Abalone. Tutte queste società hanno a propria volta in comune i legami con Financial Innovations, che ha fatto da advisor per il passaggio di proprietà del Palermo.

A fare da azionista di maggioranza nella società Windustries è Finequity, gruppo con base in Svizzera che ha come nomi di spicco quelli di Ornella Freddi e Giuseppe Volpi. Entrambi operano in questa nazione da anni con società che sono finite agli "onori della cronaca" per recenti fatti gravi, ed è praticamente qui che entra in gioco Corrado Coen. Il motivo? Il faccendiere milanese è stato condannato già in passato per bancarotta fraudolenta, aggiotaggio e false fatturazioni - tra le altre accuse - in merito alle vicende di Moviemax e Norman 95, che avrebbero coinvolto anche Daleth Consulting SA e A.C. Holding Investments, le società in cui operano proprio Volpi e la Freddi. E questo potrebbe essere un grosso problema a livello federale, visto che la Figc prevede requisiti di onorabilità per chi detiene almeno il 10% del pacchetto societario di una società professionistica. Ne scopriremo di più nei prossimi giorni.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php