Live Sicilia

CALCIO - SERIE B

Palermo, rosa sconfitti al Barbera
Stellone cade ma non si allarma


Articolo letto 1.811 volte

Il ko casalingo contro la Salernitana apre male il 2019 dei rosa che non perdevano da quattro mesi. Il tecnico non fa drammi ed è subito pronto a ripartire.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - L'operazione riscatto immediato è già partita. La sconfitta contro la Salernitana è ancora troppo vicina, e ci vorrà sicuramente qualche altro giorno per smaltire la delusione nel gruppo per uno stop inaspettato, ma il Palermo ha intenzione di dimenticare in fretta questo amaro e beffardo inizio di 2019 partito con un ko. Non c'è dubbio che i siciliani ieri al 'Barbera' non abbiano giocato la loro miglior partita, nonostante il gol del vantaggio realizzato da Jajalo dopo una buona prima mezz'ora e le occasioni create e sciupate con Rispoli, contro una Salernitana brava e fortunata a saper sfruttare i momenti propizi dopo aver incassato per ripartire in contropiede e punire una più che rimaneggiata difesa rosanero. La rete ospite arrivata in pieno recupero testimonia il fatto di quanto i rosa si trovassero protesi in attacco alla ricerca del vantaggio mostrando però il fianco all'avversario. Una disattenzione che il tecnico Stellone sicuramente non ha gradito ma che non ha nemmeno condannato.

Difficile stabilire cosa non abbia funzionato bene nello specifico nei 90' per il tecnico che ha parlato più di errori collettivi che individuali scansando il capitolo preparazione, che fino alla vigilia della sfida aveva visto l'allenatore molto soddisfatto per l'impegno messo e la forma fisica mantenuta nonostante la sosta invernale. Le motivazioni della seconda sconfitta stagionale vanno quindi cercate nei singoli episodi non sfruttati a dovere per mancato altruismo, vedi il caso di Rispoli nel secondo tempo, o per scarsezza di conclusioni dalla distanza, con i tiri dei siciliani arrivati solo da dentro l'area di rigore.

L'allenatore romano, che ha fermato la sua striscia di risultati utili consecutivi a tredici, prima o poi si attendeva uno stop da parte dei suoi ragazzi ammettendo che contro il Cittadella nell'ultima giornata del girone d'andata i rosanero forse avrebbero meritato in quell'occasione e non ieri contro la Salernitana. Allo stesso tempo Stellone analizzando la situazione fra infortuni e squalifiche, con le assenze dei vari Nestorovski, Bellusci e Aleesami che si sono fatte più che sentire, ha tenuto a non fare alcun tipo di dramma mettendo nel mirino già la prossima gara in trasferta contro la Cremonese dove i rosa dovranno dimostrare che quello di ieri è stato solo un passo falso nella lunga marcia verso la promozione in serie A.

 

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php