Live Sicilia

CALCIO - SERIE B

Palermo, Foschi contro gli inglesi
"Questi qui non sono nessuno"


Articolo letto 3.916 volte

Duro sfogo da parte del direttore dell'area tecnica che parla del nuovo presidente e dei suoi collaboratori: "Non hanno nè firma nè potere, non sono nessuno".


PALERMO - Una bomba che attendeva solo la sua esplosione e che già da qualche giorno ormai era pronta a deflagrare. Fra la nuova proprietà inglese del Palermo, con il presidente Clive Richardson in testa, e il direttore dell'area tecnica Rino Foschi è scontro totale dopo i diversi annunci social pubblicati proprio dal nuovo presidente. Uno in particolare, pubblicato su Instagram da Richardson, ha mandato su tutte le furie il dirigente rosanero dato che il numero uno nel nuovo organigramma del club di viale del Fante ha dichiarato al suo interno: "Speriamo di annunciare il primo acquisto nelle prossime 48 ore dopo gli enormi sforzi di Holdsworth e Lee". Uno spodestamento in piena regola del ruolo di Foschi che fa il paio con la querelle relativa alla figura di Dean Holdsworth.

L'ex calciatore inglese, indicato con un comunicato della Sport Capital Group come "colui che lavorerà con il Palermo e si concentrerà per assicurarsi che il personale giusto venga reclutato per guidarci verso la promozione" senza alcun accenno alla figura di Foschi, indicava difatti in un primo momento suo profilo Linkedin la figura di direttore sportivo posto poi rivederla con l'intestazione di 'Director of Footbal Operations fort Sport Capital Group/US Citta Palermo Fc'. Tutte mosse che a Foschi non sono piaciute per nulla e che l'uomo chiamato a rappresentare l'equilibrio fra la vecchia società e la nuova proprietà ha voluto commentare in maniera forte: "Questi si divertono a far scoppiar la testa a chi veramente lavora per il Palermo. - le parole di Foschi ai microfoni di Rosanero Live e riportate dal Gazzettino di Sicilia - Avranno qualcosa, perché è scoppiata la bomba l’altra volta quando si sono insediati in sede (con riferimento ai post su Instagram di Richardson con Holdsworth al lavoro, ndr). Non hanno né firma né potere, non sono nessuno".

Tanta l'amarezza del direttore dell'area tecnica che prosegue: "Il presidente (Richardson, ndr) credo sia un uomo mascherato e non so chi lo abbia mandato giù a Palermo. Non so cosa dire. Sono azioni che fanno male alla società e al sottoscritto. Sono molto meravigliato della figura di questo nuovo presidente e di questo nuovo staff, non so perché vogliono operare in un modo sbagliato. Non mi dimetto ma dovete aiutarmi. Se fosse una cosa seria non accadrebbero queste cose qui. O sbaglio?”. Quella che sembrava dunque una discussione chiusa con il comunicato stampa ufficiale dell’a.d. Emanuele Facile di qualche giorno fa che ribadiva la figura di Foschi, con la comunicazione del nuovo organigramma in cui il dirigente di Cesena risulta ancora come direttore dell'area tecnica, adesso si ingarbuglia più che mai. 

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php