Live Sicilia

calcio a 5 - serie a

Maritime, parola a Follador:
"Possiamo solo migliorare"


Articolo letto 385 volte

Il centrale brasiliano parla alla vigilia della trasferta contro Arzignano.

VOTA
0/5
0 voti

AUGUSTA (SIRACUSA) - La miglior difesa è l'attacco: spesso si dice così. Il Maritime Augusta, quarta miglior difesa della Serie A, può confermare, grazie anche al lavoro di uno dei pilastri del progetto biancoblu, Lipe Follador, sempre pronto a proteggere la porta di Dal Cin. "Siamo tornati alla vittoria, ed era importante farlo", afferma Follador. "Dietro questo successo c'è un po' di tutto. La rabbia di noi giocatori, che desideravamo ritrovare i tre punti, i frutti del lavoro di Polido, che adesso si vedono grazie anche al tempo trascorso insieme. Adesso speriamo solo di migliorare ulteriormente", spiega.

L'obiettivo? Migliorare anche in attacco: "In difesa stiamo lavorando molto bene e stiamo crescendo, come dimostrato dalle ultime gare, ad eccezione di quella contro l'Acqua&Sapone, ma dobbiamo migliorare anche in attacco. Siamo una delle migliori difese del campionato, ma non uno dei migliori attacchi, quindi credo che dobbiamo migliorare su quest'aspetto: ma piano piano arriveranno soddisfazioni anche in avanti", continua Follador.

Guai, però, a sottovalutare l'Arzignano: "L'Arzignano è una squadra che non sta benissimo, è vero, ma ha tanti giocatori di qualità, come fatto vedere al palaJonio all'andata. Non possiamo andare lì pensando di aver già vinto: dobbiamo essere concentrati anche perché dobbiamo migliorare tanto, senza lasciare nulla al caso." Everton, Simi e Nora da una parte, Selucio, Siqueira e Pedrinho dall'altra. Lipe Follador si colloca tra queste due "generazioni" di giocatori: "E' importante avere sia giocatori di qualità e d'esperienza che giocatori giovani che possono crescere tanto: il mix tra questi due aspetti è importantissimo per tutta la squadra, perché solo con giocatori "esperti" o solo con giocatori "giovani" non si può raggiungere la forma migliore."

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,21,sotto-articolo.php