Live Sicilia

basket - serie a2

Orlandina a Trapani, Sodini:
"Voglio una prova consistente"


Articolo letto 361 volte

Il coach della Benfapp presenta il derby in programma nel giorno dell'Epifania.

VOTA
0/5
0 voti

CAPO D'ORLANDO (MESSINA) - Tempo di derby per l'Orlandina Basket, che nel giorno dell'Epifania vedrà ripartire il proprio campionato dal PalaConad nella sfida contro la 2B Control Trapani, in una sfida che mancava ormai da qualche stagione ma che ora torna per infiammare il campionato di serie A2. Marco Sodini, coach dei paladini, nel presentare la sfida contro i granata guidata da Daniele Parente, inizia svelando quelli che sono i punti forti e deboli di una formazione come Trapani che appare in crescita: "Giochiamo un derby importantissimo per i nostri tifosi e per iniziare al meglio un 2019 che sia diverso per gli orlandini, non tanto per la prima parte di questa stagione ma per il collegamento che si fa con la retrocessione della scorsa stagione. Trapani in casa ha perso solo contro Bergamo ed è una squadra forte, con giocatori bravi e in casa viaggia a 90 punti di media. Le stelle sono Clarke e Renzi, quest'ultimo lo conosco bene".

Dal punto di vista di Sodini, dunque, la Pallacanestro Trapani è una squadra da temere quando si va a giocare sul loro parquet. Ma in ogni caso, nell'analisi del coach dell'Orlandina vengono fuori aspetti puramente tecnici, come il fatto che i granata hanno ottime percentuali da tre punti in quasi tutto il proprio roster. Il tutto suggellato dalla presenza in panchina di Daniele Parente, il quale sta crescendo come coach dopo una gran bella carriera con le scarpe allacciate: "Questa squadra ha una fortissima connotazione perimetrale, ci sono tanti giocatori che possono segnare da fuori, anche nei giocatori che partono dalla panchina. Fondamentalmente solo i pivot non hanno mano da tre punti. Parente da giocatore era un esempio, il capitano che tutti volevano avere, un po' come il nostro Bruttini, che si è costruito nel tempo una bella credibilità da giocatore e son convinto che farà la stessa strada da allenatore".

Dopo aver analizzato ciò che ci si deve aspettare dalla 2B Control Trapani, Sodini fa capire cosa serve all'Orlandina Basket per vincere un derby che possa fare da buon viatico per l'inizio del nuovo anno. Anche perchè la Benfapp viene dalla bruciante sconfitta interna contro Latina, che ha certamente fatto male ma che al tempo stesso non può cancellare il processo di crescita fatto finora dalla formazione biancoblu: "Mi aspetto una maggiore consistenza nelle scelte rispetto alla partita di Latina, che individualmente è stata giocata male. A due minuti dalla fine del terzo quarto eravamo avanti di 8, poi abbiamo iniziato a fare scelte scellerate. Non è facile seguire il canovaccio di ogni singola partita, in questa fase della nostra crescita dobbiamo accettare una prestazione negativa di uno come Triche a patto che ogni altro giocatore svolga il proprio compito. Siamo una squadra ambiziosa, non può essere una partita a farci dire che abbiamo bisogno di altro".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php