Live Sicilia

serie c

Trapani alla prova Reggina
Italiano: "Chiudiamo bene"


Articolo letto 583 volte

I granata al "Granillo" per chiudere bene l'anno, ma i calabresi sono in crescita.

VOTA
0/5
0 voti

TRAPANI - Il Trapani proverà a chiudere nel migliore dei modi un 2018 che ha avuto tante sfaccettature. Dal rischio della sparizione al rilancio sul campo, passando per le novità che da un momento all'altro potranno arrivare sul fronte societario. Intanto la formazione granata attende la sfida del "Granillo" contro la Reggina, una delle formazioni più in salute delle ultime gare e a sua volta reduce da un cambio di proprietà. Ovviamente Vincenzo Italiano non si fida degli amaranto, ma anzi spinge il suo Trapani a fare un'altra grande gara: "Nell'ultimo mese è la squadra che ha ottenuto più punti, è una squadra in salute e sta dimostrando di avere tanti valori. Ha cambiato qualcosa sul piano tattico e continua a fare risultati, tra l'altro c'è stato anche il cambio di proprietà che ha portato serenità. Sarà una partita difficile, andiamo a giocare su un campo grande in cui si può cercare di proporre qualcosa. Sarà l'ultima gara dell'anno e ci teniamo a fare risultato per chiudere bene l'anno e andare al riposo con un grande risultato".

Tra le grandi qualità che il Trapani ha dimostrato nelle ultime giornate, c'è quella legata alla presenza di giocatori in grado di fare la differenza anche entrando dalla panchina. Uno dei casi più lampanti è quello relativo a Nzola, giocatore che può dare un grande contributo sia da punta centrale che in posizione più defilata. Italiano tesse le lodi del francese soprattutto per l'attitudine dimostrata nelle ultime gare, e ne conferma l'importanza e la crescita sul piano mentale: "Ne abbiamo parlato con lui a lungo, è una soluzione data dal fatto che gli piace smarcarsi sugli esterni e svariare su tutto il fronte d'attacco. La sua disponibilità e le sue caratteristiche ci hanno portato a vedere qualche risultato. Sotto l'aspetto mentale Nzola sembra cambiato, si allena contento e con il sorriso, ci ha messo un po' ad ambientarsi ma è un ragazzo importante con qualità devastanti. Per noi è un'arma in più, il fatto di poter giocare sia in mezzo che sugli esterni ci dà più possibilità".

Chiusura dedicata al girone di andata, che per il Trapani si è concluso con 36 punti conquistati sul campo e leggermente diminuiti dalla penalizzazione ricevuta a novembre. Italiano parla del fatto che la formazione granata è andata oltre le aspettative, ma al tempo stesso ha dovuto combattere con una situazione iniziale tutt'altro che semplice, e sovvertita sul campo in maniera più che egregia: "Pronosticavo 30 punti perchè ti permettono di stazionare nelle zone alte della classifica. Guardando gli altri gironi, più o meno i punti delle squadre di alta classifica sono quelli. Abbiamo centrato l'obiettivo, ne abbiamo fatti di più e siamo contenti di ciò che abbiamo costruito e ottenuto. Ora il nostro obiettivo è quello di mantenere questo standard di prestazioni e questo ruolino di marcia per toglierci delle soddisfazioni, ci teniamo a mantenere questa posizione di classifica. La Juve Stabia non perde mai, noi siamo lì all'inseguimento insieme ad altre squadre".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php