Live Sicilia

calcio - serie c

Trapani, l'orgoglio di Rubino:
"Ma non dobbiamo fermarci"


Articolo letto 882 volte

Il direttore sportivo granata commenta il girone di andata dei suoi, chiuso col successo sul Catanzaro.

VOTA
0/5
0 voti

TRAPANI - In casa Trapani c'è grande soddisfazione ma soprattutto orgoglio per la chiusura in bellezza del girone di andata. E Raffaele Rubino, direttore sportivo della formazione granata, dopo aver visto la sua squadra superare in rimonta una squadra in salute e ben costruita come il Catanzaro di mister Auteri, non riesce a nascondere la propria gioia e l'entusiasmo crescente per un Trapani che resta secondo in classifica, un po' più vicino alla capolista Juve Stabia ma con ampi segnali di crescita: "Sono contento perchè le partite precedenti ci hanno dato la forza e la crescita, quindi la risposta sul campo è stata il riassunto di questo girone di andata, che ci ha portato a mantenere alta la concentrazione e rimanere in partita. Sappiamo le nostre capacità, avevamo davanti una signora squadra con grandi valori, ma noi dobbiamo credere in noi stessi. I risultati sono arrivati con grande gioia e sofferenza, che sono le cose più belle di questo sport".

Rubino non ha negato di avere qualche preoccupazione per la partita del "Provinciale" contro il Catanzaro, una delle squadre meglio allestite con un ottimo parco giocatori che Auteri fa giocare molto bene. E il direttore sportivo è consapevole dell'ottimo lavoro fatto dalla squadra a partita in corso, con l'onta del rigore fallito da Evacuo nel primo tempo che poteva compromettere tutto: "Ero molto preoccupato per questa partita, non temo nessuno ma sapevamo che squadra potesse essere il Catanzaro, hanno subìto pochissimi gol e sono lì a giocarsi qualcosa di importante. Siamo stati attenti, abbiamo sprecato il rigore per rimetterla subito in piedi ma siamo stati generosi. Ho visto senso di appartenenza, spirito di sacrificio, ho visto una crescita del gruppo. Quando vedo entrare giocatori dalla panchina e ti cambiano la prestazione, bisogna credere in una squadra così".

Al termine di un girone di andata iniziato tra le inevitabili difficoltà di una squadra totalmente ricostruita in estate, e concluso con il secondo posto e una grandissima media punti, il saldo del Trapani secondo Rubino è senza dubbio positivo. Il diesse granata è felice di vedere un grande rendimento da parte di giocatori scelti in estate sia per le doti tecniche che per quelle umane, e dal punto di vista dello stesso Rubino - come quello di Italiano - c'è grande orgoglio nel vedere una squadra come il Trapani girare così bene: "Sono fieri degli uomini e dei giocatori che ho scelto insieme all'allenatore, ho scommesso su di loro tutto quello che avevo, sono giocatori che sembrava non volesse più nessuno. Gente come Taugordeau sta facendo un grandissimo campionato e sta dando risultati pazzeschi. Sono contento di tutti, sono giocatori che ho voluto io e non posso commentare niente. Possiamo sempre crescere, se ci accontentiamo di ciò che siamo, siamo morti".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php