Live Sicilia

Cessione società

Palermo, carte allo scoperto
Società ancora di Zamparini


Articolo letto 9.124 volte

Secondo la società di revisione il club avrà «evidenti difficoltà per far fronte alle obbligazioni in essere a partire dal mese di gennaio 2019»

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - I misteri sulla nuova proprietà del Palermo Calcio aumentano giorno dopo giorno. Secondo quanto riportato da La Repubblica, il club di viale del Fante insieme al bilancio, infatti, la società ieri ha depositato anche una dichiarazione, obbligatoria, relativa all’elenco dei soci “e degli altri titolari di diritti su azioni o quote sociali al 10/12/2018” in cui si legge che «l’elenco dei soci e degli altri titolari di diritti su azioni e quote sociali non è variato rispetto all’ultimo depositato».

In buona sostanza le quote al momento risultano essere così divise: 13.486.500 azioni Maurizio Zamparini e per 13.500 azioni alla Gasda. Inoltre la visura risulta sospesa al momento della comunicazione al registro imprese di una avvenuta cessione si devono obbligatoriamente inserire i dati anagrafici dei nuovi amministratori.

A destare preoccupazione è inoltre il rapporto della società di Baker Tilly Revisa che evidenzia come la società abbia«evidenti difficoltà per far fronte alle obbligazioni in essere a partire dal mese di gennaio 2019. Riteniamo che siano indispensabili nel breve periodo nuovi interventi di sostegno da parte dell’attuale azionista di riferimento o di eventuali nuovi soci o un anticipo del credito verso Alyssa rispetto alle scadenze concordate. Quanto evidenziato indica l’esistenza di una rilevante incertezza che può fare sorgere dubbi sulla capacità della società di continuare ad operare».

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php