Live Sicilia

calcio - serie c

Trapani-Juve Stabia, Italiano:
"Possiamo metterli in difficoltà"


Articolo letto 865 volte

Il tecnico della formazione granata proiettato al big match del "Provinciale" contro la capolista.

VOTA
0/5
0 voti

TRAPANI - Ancora una prova da non fallire per il Trapani, in questo rovente mese di dicembre. Dopo la sfida in casa della Viterbese, con il pareggio acciuffato nei minuti finali, la formazione guidata da Vincenzo Italiano si prepara a ospitare al "Provinciale" la Juve Stabia, applaudita capolista del girone. Il tecnico del Trapani sostiene che i suoi hanno tutte le caratteristiche per poter mettere in difficoltà una squadra così forte e in un buon momento: "Andiamo ad affrontare una squadra che sta facendo un cammino straordinario, vedendo le classifiche degli altri gironi di C più o meno tutte hanno gli stessi punti nostri, mentre la Juve Stabia è imbattuta, ha la miglior difesa e il miglior attacco. Sta dimostrando di essere più forte, ha giocatori di categoria superiore e neanche pochi. Per noi domani è la partita più difficile di quelle giocate finora, però noi in casa riusciamo a esprimerci in maniera diversa rispetto alle gare esterne. Siamo convinti di poter mettere in difficoltà la Juve Stabia".

Dalle ultime gare, in particolare quella di sabato scorso a Viterbo, è emersa la capacità del Trapani di non lasciarsi abbattere dai risultati parziali negativi. La doppietta di Evacuo è stato l'ennesimo segnale di quanto sia forte mentalmente la compagine guidata da Italiano, che commenta così: "Questo è un aspetto in cui avevamo delle grosse lacune, come si è visto nelle gare di Cava e Catania in cui non siamo riusciti a reagire e ci siamo un po' disuniti. Nelle ultime situazioni in cui siamo andati in svantaggio siamo rimasti noi stessi e abbiamo continuato a proporre ciò che facciamo in settimana. Solo credendo in quello che sappiamo fare, siamo riusciti a recuperare la gara di Viterbo, contro una squadra che sta finalmente dimostrando il suo valore. Arrivare al pareggio con tanti giovani in campo mi porta a dire che il bicchiere è mezzo pieno, è motivo di grande soddisfazione per noi anche se dobbiamo evitare primi tempi come quello di Viterbo".

Proprio l'alternanza tra Evacuo e Nzola al centro dell'attacco del Trapani è stata fonte di discussione, ma Italiano sa di poter contare su giocatori che sanno farsi trovare pronti, da titolari o a gara in corso: "Valutiamo l'aspetto mentale e fisico dei giocatori. Evacuo dopo la gara di Francavilla aveva accusato un problema alla caviglia e ci ha messo un po' a smaltirla. Siamo fortunati perchè spesso chi subentra riesce a fare gol, e se lo fa un giocatore come lui, con la sua esperienza, vuol dire che si lavora bene e il gruppo è unito e rema dalla stessa parte". E quando viene chiesto della possibilità di vedere una squadra più "sacrificata" sul piano della corsa contro la Juve Stabia, Italiano risponde così: "Il sacrificio deve esserci a prescindere, qualunqu sia l'avversario. In base a come si indirizzano le partite, l'atteggiamento può mutare. L'imperativo per domani è fare una grande prestazione ed essere tutti al 100%. Partite del genere si preparano da sole, parlerò con i ragazzi fino all'ultimo secondo prima di scendere in campo".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php