Live Sicilia

Calcio - Serie C

Trapani, il ds Rubino ribadisce:
"La società è in vendita"


Articolo letto 396 volte

Le parole del direttore sportivo granata

VOTA
0/5
0 voti

TRAPANI - Domani alle 14.30 il Trapani affronterà al Provinciale la Juve Stabia. I granata hanno iniziato bene la stagione ed il ds Raffaele Rubino ha introdotto così la sfida contro i campani ai microfoni di Radio Cuore: "Una partita delicata ma bella da giocare, lo dicono i numeri: due tra le squadre meno battute in tutto il panorama calcistico con un ottimo gioco offensivo. Abbiamo un piccolo vantaggio: giocheremo in casa. Fino ad oggi abbiamo ottenuto grandi risultati sul nostro terreno di gioco ma non ci dobbiamo cullare. Le insidie si nascondono sempre dietro l’angolo. Sorrido quando altre squadre ben organizzate per un campionato di vertice, come la Juve Stabia, guardano a noi con timore come delle pretendenti per i loro obiettivi. La Juve Stabia è una squadra allestita per essere al livello di Catania, Casertana, Catanzaro ed altre. Noi continueremo a fare il nostro calcio, che è quello che ci ha divertito. La Juve Stabia verrà qui a fare la sua partita: non ha mai perso nelle ultime dieci gare. Mi auguro che i tifosi siano sempre più numerosi allo stadio per continuare ad inseguire il loro sogno che potrebbe diventare il nostro”.

La società granata è in vendita e sembra che alcuni imprenditori siano pronti a rilevare il club: “Non è un segreto che la società sia in vendita - premette Rubino -. Questa estate il Trapani ha cercato un passaggio di proprietà approcciando dei rapporti che non si sono concretizzati. Oggi c’è l’interesse di alcuni imprenditori che conoscete più voi che io. Non sono operazioni semplici che si risolvono in pochi giorni: ci sarà da lavorare sotto molti aspetti ma sono iter che personalmente non mi riguardano. Non seguo la situazione perché ha il proprio corso: c’è questa possibile cordata che si sta avvicinando. La capacità sta nel dividere il settore sportivo da quello aziendale, noi siamo proiettati al 100% sulle dinamiche del campo. Un domani dovrò confrontarmi con delle persone e dovrò sapere di cosa parlare, però, in questo momento, sono troppo concentrato su quello che è il campo. Poi, se e quando sarò interpellato, dirò la mia ma oggi non c’è nulla di tutto questo”.

Infine, Rubino si è soffermato sul mercato di gennaio: “Non è facile dire se interverremo meno. Fino al 30 di dicembre si gioca e ancora mancano 5 partite: cosa può succedere da qui alla fine del mese non possiamo saperlo. Oggi non ci sono opportunità da cogliere grazie a dinamiche di mercato, magari tra 20 giorni si. È presto dirlo ora. Poi per fare mercato c’è bisogno di risorse. Non dobbiamo mentire: non ho la possibilità di prendere tre giocatori con immediatezza. Ho sfruttato al massimo le risorse disponibili ed in maniera attenta bisogna capire che strategia usare. Ad oggi, inserire un tassello all’interno di un meccanismo oliato non è facile. Bisogno stare attenti a trovare le persone giuste al momento giusto”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php