Live Sicilia

palermo calcio

Tante parole, zero rassicurazioni
I tifosi tornano ad avere paura


Articolo letto 5.142 volte

La conferenza stampa di ieri non fa che aumentare le perplessità e i timori della piazza rosanero.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Una conferenza stampa in cui si è detto tutto ma, in fin dei conti, non si è detto niente. O comunque non è stato reso noto quel che la gente di Palermo attende di sapere ormai da quasi un mese. Cioè da quando è arrivato lo scarno comunicato della Financial Innovators Team guidato da Maurizio Belli, in cui si è resa nota la cessione del Palermo calcio a un gruppo di investitori inglesi, alcuni dei quali quotati nel mercato azionario di New York. I dubbi restano, e non sono neanche pochi, stando almeno alle risposte che i protagonisti della conferenza stampa (non) hanno dato in circa quaranta minuti di conferenza stampa. Di fatto, a turno e spesso sostituendosi ai soggetti ai quali erano rivolte in origine le domande, i vari Clive Richardson, Maurizio Belli e per ultimo David Platt hanno allestito una specie di muro di gomma, che ha immagazzinato le stesse domande senza però fornire risposte o chiarimenti.

L'unica cosa che è venuta certamente fuori nella giornata di ieri, e che i prossimi giorni manterranno la fitta nebbia fatta di dubbi e perplessità, sia per l'opinione pubblica che per i tifosi del Palermo. Ma se inizialmente questa coltre sembrava quasi ingiustificata di fronte a notizie certe, a commosse e commoventi lettere di addio e persino allo sbarco in Sicilia di quelli che erano considerati i principali fautori del passaggio di proprietà, ora il senso di spaesamento - quasi di sgomento - che provano gli appassionati rosanero è più che giustificato. Quel che è certo è che non verranno fuori i nomi dei soci con portafoglio, non si verrà a sapere come si comporrà il nuovo organigramma societario e non verrà reso noto il budget - se ci sarà - per il mercato di riparazione. Il tutto in nome della protezione di una squadra che sta comandando il campionato di serie B e sta preparando la trasferta di sabato a Padova.

Ma la sensazione, anzi il timore dei tifosi del Palermo, è che dietro a questa eccessiva riservatezza ci sia qualcosa di grande e di molto preoccupante. La paura è quella di trovarsi di fronte a un Baccaglini-bis, con una proprietà che tira giù una lunga serie di supercazzole e di domande rispedite al mittente senza chiarimenti. Una richiesta più che legittima, da parte di chi scrive e di chi mette il cuore per una squadra, quella di sapere qualcosa di più sul gruppo che sta scrivendo la parola "fine" a una storia travagliata ma pur sempre durata 16 anni e mezzo, quella tra il Palermo calcio, la città di Palermo e Maurizio Zamparini. E fa di certo storcere il naso, quasi fino a far partire sorrisi sarcastici, la presenza silenziosa di James Sheehan, uno degli azionisti della Global Futures Sports & Entertainment e tirato in ballo solo perchè effettivamente nessuno lo aveva presentato. Così come stride il fatto che Rino Foschi sia stato quasi messo in un angolo dagli altri protagonisti della conferenza stampa.

E a lasciare il segno, è stato senza dubbio il modo in cui Maurizio Zamparini ha affrontato la conferenza stampa. Un monologo di quasi dieci minuti, con la presentazione delle persone che lui stesso ha voluto portare a Palermo, passando poi a una lunga professione di innocenza da parte di chi più volte lo ha messo spalle al muro, con articoli di giornale, editoriali sui giornali online e servizi di telegiornale. La difesa sotto forma di contrattacco che è stata spesso alla base delle filippiche dell'imprenditore friulano, prima dell'improvviso coup de théâtre che nessuno si attendeva. Maurizio Zamparini lascia la parola così come ha lasciato il Palermo calcio, senza dare spiegazioni e andandosene in silenzio, soprattutto senza affrontare le inevitabili e numerose domande che i giornalisti erano pronti a porgli. E se Zamparini, come ha richiesto, vuole che la stampa sfoderi il cuore e lo accetti per il futuro, questo di certo non è stato il modo migliore per iniziare un nuovo rapporto.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php