Live Sicilia

CALCIO - SERIE B

Il Pescara torna primo
Domenica sfida per la vetta


Articolo letto 2.486 volte

Gli abruzzesi, battendo il Lecce nei minuti finali, ritrovano la leadership del campionato con la sfida del 'Barbera' che diventa già decisiva.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Il Pescara non molla il colpo, anzi risponde con una vittoria in stile Palermo. La battaglia per la vetta della classifica di serie B dunque prosegue con gli abruzzesi di Pillon che nel posticipo di ieri sera all'Adriatico contro il Lecce di Liverani danno vita ad un match spettacolare terminato 4-2. In vantaggio di due reti dopo appena 22'con il bomber Mancuso (agganciato al primo posto della classifica marcatori Donnarumma del Brescia a quota 7, ndr) e Gravillon i pugliesi rispondono allo scadere della prima frazione con Palombi e, dopo l'espulsione dell'ex rosanero Calderoni ad inizio ripresa, addirittura trovano il pari con Tabanelli. I padroni di casa ci mettono un po' per digerire il pareggio dell'avversario e solo nel finale, appunto come accade ai siciliani da quando è arrivato Stellone, trovano la doppietta provvidenziale di Ferdinando Del Sole che fra 89' e il 96' regala tre punti e nuovamente il primo posto.

Dura quindi soltanto due giorni la vetta tinta di rosanero raggiunta dopo il successo casalingo contro il Cosenza per 2-1, anche in questo caso decisa con un gol nel recupero di Puscas. Il rumeno, così come contro il Lecce, è stato decisivo anche con i calabresi e domenica prossima nella sfida che diventa importante per stabilire gli equilibri in testa alla classifica l'ex Inter dovrebbe esserci dal primo minuto al fianco di Nestorovski per cercare sin dall'inizio di contrastare un Pescara che sta sorprendendo per gioco e forza. Il 'Barbera' sarà teatro della sfida per il primo posto con la speranza che i 4513 spettatori di sabato scorso diventino solo un record negativo da dimenticare in fretta (peggior affluenza all'impianto nell'era Zamparini, ndr) e che il pubblico di fede rosanero venga a riempire gli spalti per incitare i propri beniamini in vista di un trittico di gare per nulla semplici.

Da qui alla fine del girone d'andata infatti il Palermo dovrà affrontare fra le mura amiche le contendenti alla serie A Pescara e Benevento e le mine vaganti Livorno e Ascoli. Quattro sfide in casa da cui il tecnico Stellone si aspetta di fare quanti più punti possibili visto che il ruolino di marcia dei siciliani da quando c'è lui in panchina li vede imbattuti sia in Sicilia che in trasferta. Lontano dal 'Barbera' non sarà però certo una passeggiata con la sfida all'Hellas Verona fra Pescara e Benevento e poi Padova, Spezia e Cittadella, tutte gare abbordabili per la rosa a disposizione di Stellone ma sempre da prendere con le pinze. Si riparte nel frattempo dal Pescara e da quel punticino di distacco che permette agli abruzzesi di tornare avanti, almeno per una settimana.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php