Live Sicilia

CALCIO - SERIE B

Palermo, vince il turnover
Stellone prende gli applausi


Articolo letto 1.308 volte

I cambi, ancora una volta decisivi, portano i rosanero momentaneamente al primo posto. Il tecnico rosanero intanto pensa già alle prossime tre gare.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Quattro vittorie e un pareggio, con questi risultati Roberto Stellone ha rigenerato un Palermo partito male e adesso divenuto una macchina macina punti in grado di prendersi la vetta della classifica in appena un mese dall'arrivo del nuovo tecnico. La vittoria di ieri contro il Cosenza, a conclusione di un trittico ravvicinato con Venezia e Carpi, ha portato non solo tre punti decisivi per scavalcare momentaneamente il Pescara di Pillone, impegnato lunedì nel non semplice match contro il Lecce, ma sopratutto ha rafforzato la convinzione di quanto la rosa dei siciliani quest'anno sia davvero di quelle da far paura a qualsiasi avversario. Dopo un primo tempo imballato, con gli ospiti bravi a chiudere tutti gli spazi per le trame di gioco dei rosanero, gli uomini di Stellone non si sono disuniti e con pazienza, dopo gli ormai consueti tre cambi nei minuti finali, ha prima sbloccato e dopo l'immediato pari del Cosenza ritrovato il punto del decisivo 2-1.

Come accaduto contro Lecce e Venezia dunque sono ancora i gol che arrivano dalla panchina a decidere la sorte del match con quella che viene definita ormai 'zona Stellone' che sta diventando un marchio di fabbrica per l'allenatore romano che può permettersi di tenere in panchina elementi come Haas, Falletti e Puscas bravi ovviamente a farsi trovare subito pronti nel momento in cui vengono chiamati in causa. La vera forza del Palermo di quest'anno sta infatti proprio nel modo di approcciare le gare da parte di chi fino a quel momento ha assistito alla gara da bordo campo. Falletti ad esempio ha fornito l'assist da corner per il colpo di testa di Salvi e creato almeno altre tre occasioni limpide da gol, non realizzate solo per leggere imprecisioni, oltre a propiziare l'espulsione nel finale di un difensore del Cosenza.

L'uomo copertina però è George Puscas. Il rumeno, con il suo secondo gol in maglia rosanero, stavolta è un ottimo rapinatore d'area facendosi trovare al posto giusto e al momento giusto dopo il cucchiaio di Nestorovski che superava il portiere avversario. Un gol da attaccante che sente la porta e dal grande fiuto diverso da quello di potenza realizzato col Lecce ma comunque altrettanto bello e prezioso per la sua squadra che adesso, almeno fino a lunedì sera, può guardare finalmente tutti dall'alto dei 21 punti che significano primo posto. Stellone si gode dunque giustamente questo suo percorso quasi netto nelle sue prime cinque giornate in rosanero anche se la testa è già rivolta alle prossime tre gare (Pescara, Hellas Verona, Benevento) che diranno davvero di che pasta è fatto questo Palermo.

 

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php