Live Sicilia

calcio - serie c

Catania, Sottil non fa drammi:
"Gara strana, ho le mie colpe"


Articolo letto 1.001 volte

Il tecnico rossoazzurro commenta la sconfitta sul campo del Potenza.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - La sonora sconfitta subìta a Potenza lascia l’amaro in bocca ai tifosi del Catania, soprattutto per le modalità con le quali è maturata, al cospetto della pimpante compagine allenata da Raffaele. Il tecnico dei lucani ha vinto la sfida con Sottil, predisponendo oculatamente la condotta di gara dei suoi che, poi, hanno meritatamente conquistato l’intera posta in palio. Potremmo addirittura parlare di gara a senso unico, dal momento che dal gol di Franca (a proposito: ma perchè schierare in marcatura sull’attaccante rossoblu l’acerbo Lovric?) il Potenza ha sempre avuto in mano le redini dell’incontro, sino a legittimare la vittoria con la terza rete ad inizio ripresa. Il Catania, infatti, non ha neanche avuto il tempo di “illudersi” dopo la prodezza di capitan Biagianti perché i padroni di casa hanno rimesso le cose a posto approfittando di una colossale dormita dell’intera retroguardia rossazzurra.

A fine partita, Andrea Sottil non fa drammi, analizzando così la gara persa al “Viviani”: “E’ stata una partita strana – ha sottolineato l’allenatore del Catania - nel corso della quale non abbiamo saputo sfruttare gli episodi. Abbiamo iniziato col piglio sbagliato, sprecando in avvio una buona opportunità e loro ci hanno subito messo sotto col gol di Franca. Dell’esperto attaccante lucano avevamo studiato i movimenti ma non è stato marcato adeguatamente. Così come nel successivo caso di Strambelli al quale abbiamo lasciato lo spazio per segnare il raddoppio. Eppure eravamo riusciti a riaprire il match con il gran gol di Marco Biagianti ma la rete del 3-1, incassata a palla scoperta, ci ha inevitabilmente tagliato le gambe. Mi assumo tutte le responsabilità per questa debacle –conclude Sottil- e mi sembra inutile parlare di moduli o altro: abbiamo perso i duelli individuali, palesando ritardo sulle seconde palle. Siamo stati molli nei contrasti. La tattica non c’entra nulla”.

Adesso, già mercoledì prossimo, il Catania avrà la possibilità di rifarsi. Al “Massimino” i rossazzurri affronteranno il Siracusa nel recupero della seconda giornata. Un’occasione propizia per riprendere la marcia di avvicinamento alla vetta della classifica.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php