Live Sicilia

calcio - serie c

Lo Monaco attacca ancora:
"Il Governo prenda posizione"


Articolo letto 2.007 volte

L'amministratore delegato del Catania commenta la decisione presa stamani dal Tfn.


CATANIA - Il Catania continua a prendere per il verso sbagliato le decisioni che riguardano la telenovela dell'estate sui ripescaggi. Il Tribunale Federale Nazionale ha chiuso stamani il caso in maniera definitiva, e ora l'ultima spiaggia potrebbe essere legata alla giustizia ordinaria, alla quale i club interessati potrebbero rivolgersi. Almeno sembra essere questa l'intenzione rivelata in una recente intervista dall'amministratore delegato del Catania, Pietro Lo Monaco: "Penso che il governo abbia perso fin troppo tempo perché questa è una situazione veramente ridicola - ha dichiarato ai microfoni di Tutto C - che getta soltanto discredito sul nostro calcio. Più si va avanti e più si dà modo a certe persone di essere inadempienti, bypassare le regole e dare dimostrazione di non voler salvaguardare le norme. Non ci sono più commenti da fare su una situazione che, ripeto, può essere risolta solo dal Governo".

Lo Monaco torna ad attaccare apertamente i vertici della FIGC, i quali hanno chiuso le porte alle formazioni che hanno richiesto il ripescaggio, nonostante ci fossero reali motivi per accoglierne la richiesta. Il dirigente del club rossoazzurro ritiene che ci fosse troppa fretta nel far partire i campionati, senza tenere in considerazione una situazione che è poi divenuta grottesca, con formazioni che devono ancora scendere in campo in gare ufficiali: "L’obiettivo primario di chi ha messo in piedi tutto questo caos era di portare avanti i campionati. Ora come si fanno a recuperare 6-7 partite? Resta soltanto il danno enorme passato ma anche futuro. Noi dobbiamo recuperare in C diverse partite che rischiano di slittare al termine del girone d’andata visto che siamo in corsa anche nella Coppa Italia maggiore e nella Coppa Italia di Serie C. Viene veramente difficile ipotizzare le date di questi recuperi, magari ci costringeranno a giocare un giorno dopo l’altro".

In attesa di capire se ci saranno ulteriori risvolti per una vicenda che oltre a danneggiare le squadre ha anche stufato e fatto insorgere i tifosi, il Catania può provare a godersi il buon inizio nel campionato di serie C. La formazione guidata da Andrea Sottil ha iniziato la sua stagione con la vittoria sull'ostico campo del Rende, e Lo Monaco fa capire chiaramente che, in assenza di una vera giustizia, agli etnei toccherà conquistare la serie B sul campo: "Il club calabrese ha dimostrato di essere una squadra forte e ottima - ha detto Lo Monaco riferendosi all'avversario di turno dei suoi giocatori - con una società ben strutturata e guidata che ha le idee chiare e fa un calcio di buon livello. Sarà difficilissimo per tutti fare punti su quel campo. Darà filo da torcere a ogni avversaria".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php