Live Sicilia

Calcio - Serie C

Catania, l'attesa sta per terminare
Tutte le ipotesi per il ripescaggio


Articolo letto 6.049 volte

Il sottosegretario allo sport, Giorgetti, avrebbe pronto un documento con il quale il format della serie B tornerebbe a 24 squadre

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Ormai ci siamo. Comunque vada, l’attesa dei tifosi del Catania è agli sgoccioli a prescindere dal campionato a cui gli uomini di Andrea Sottil parteciperanno in questa travagliatissima stagione 2018-2019. La settimana cruciale che inizia sarà, infatti, decisiva per le sorti rossazzurre (nella giornata di oggi, tra l'altro, il Calcio Catania 1946 compie 72 anni). Gli Organi di giustizia sportiva, a vario titolo, dovranno esprimersi senza ulteriori rinvii, considerando anche le recenti decisioni del TAR che hanno restituito parziale speranza alle cosiddette “ripescabili”.

Ma il sottosegretario allo sport, Giorgetti, avrebbe pronto un documento con il quale il format della serie B tornerebbe, senza ulteriori indugi, a 24 squadre determinando quindi l’ammissione in Cadetteria di Catania, Novara, Siena, Ternana e Pro Vercelli. Si tratterebbe, nel caso, di un provvedimento orientato più all’ordine pubblico che espressamente a vicende esclusivamente sportive. Vedremo. Le ipotesi attualmente possibili sono queste: se il Catania dovesse rimanere in Serie C, l’esordio è previsto il 29 settembre in trasferta sul campo del Rende.

Viceversa, qualora i rossazzurri fossero ripescati in Serie B, la prima gara si giocherà allo stadio “Massimino” domenica 7 ottobre (o anticipo sabato 6 ottobre) contro un avversario ancora da decifrare. Comunque vada, la società di via Magenta non si fermerà. Il direttore generale Pietro Lo Monaco ha sottolineato come la “battaglia” legale nei confronti di chi ha “sovvertito le regole” continuerà a prescindere dal ripescaggio o meno.

Intanto la squadra continua ad allenarsi a Torre del Grifo, in un clima quasi surreale. I calciatori in primis vogliono iniziare a giocare partite ufficiali al più presto. Un ritiro precampionato così lungo non si era mai visto. Peraltro lo staff rossazzurro è chiamato a rimodulare la preparazione atletica del gruppo, adeguandola alle attuali esigenze. Ogni programma in tal senso, infatti, potrebbe aver perso di efficacia. Iniziando la stagione regolare a fine settembre, potrebbero non mancare ripercussioni sulla “tenuta fisico-atletica” nell’arco della stagione. Da oleare opportunamente anche la condizione mentale di un gruppo di calciatori che, comunque, offre preventivamente ottime garanzie così come la stessa guida tecnica. 


/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php