Live Sicilia

Calcio - Serie C

Catania attende il 7 settembre
Lo Monaco: "Pronti a denunciare"


Articolo letto 1.071 volte

La società etnea non conosce ancora il suo futuro. Sabato amichevole con la Vibonese al "Massimino"

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Non fosse bastata la scorsa stagione, vissuta sul filo di lana nel duello col Lecce per la conquista della promozione diretta e, successivamente, la grande delusione per l’eliminazione ai rigori nella semifinale play-off contro il Siena, l’estate rossazzurra si è tinta di giallo dopo aver accarezzato la serenità dell’azzurro per il paventato ripescaggio, ben presto trasformatosi in rosso di rabbia per i pastrocchi messi in atto da chi dirige la traballante baracca dell’italico calcio.

E così il Catania si ritrova come “color che son sospesi”, aspettando che sull’estenuante querelle venga posta la parola fine ed inizi la nuova stagione. Il conto alla rovescia è ormai quasi all’epilogo: il 7 settembre prossimo, Sottil ed i suoi sapranno finalmente se presentarsi ai nastri di partenza del girone meridionale di serie C con i galloni di superfavorita per la promozione o se –svegliandosi da un tremendo incubo- si ritroveranno sin d’ora a battagliare tra i Cadetti. A dire il vero (anche se la speranza è l’ultima a morire e la dirigenza rossazzurra non lascerà nulla di intentato) quella del ripescaggio in serie B sembra un’ipotesi di difficile realizzazione, non foss’altro per i segnali forti e chiari arrivati in precedenza che non lasciano presagire spiccate “simpatite” nei confronti della compagine etnea.

L’Amministratore Delegato rossazzurro, Catania Pietro Lo Monaco, in occasione della recente presentazione ufficiale dei neo-acquisti Luca Calapai e del nazionale bosniaco Adis Mujkic, ha ribadito con fermezza la posizione del club di via Magenta: “La prossima settimana partiranno le denunce penali rivolte ai protagonisti di questa pagina nera del calcio –ha sottolineato il D.G.- ed aspettiamo con ansia l’esito, previsto il 7 settembre, del pronunciamento del Collegio di Garanzia in riferimento al nostro ripescaggio in Cadetteria. Non nego che il cambio del format sia necessario ma ciò deve avvenire nel rispetto delle regole, programmandolo cioè con il dovuto anticipo e coinvolgendo tutte le Leghe”.

Intanto, il Catania continua a muoversi opportunamente sul mercato. L’ultimo tassello si chiama Polidori, estremo difensore che farà da “secondo” a Matteo Pisseri, riconfermato titolarissimo tra i pali. Nel breve, sono previste alcune cessioni, specie nel caso in cui il Catania sia costretto a disputare la serie C e si riproponga il problema dei fuori lista. Comunque vada, la dirigenza rossazzurra ha messo su un organico di tutto rispetto, in grado di primeggiare in terza serie ed, eventualmente, di ben figurare in serie B.

Calciatori come Calapai, Mujkic, Scaglia, Baraye, Marotta, Llama ed altri non hanno certo accettato la sfida rossazzurra per far da comparsa ma, viceversa, per diventare i protagonisti di una scalata che riporti il Catania, nell’arco di qualche anno, ai massimi livelli del calcio italiano, al di là di simpatie o antipatie di sorta!
Nell’attesa degli eventi, il Catania disputerà un’amichevole contro la Vibonese (neopromossa in serie C) sabato 1 settembre alle ore 20,30 allo stadio “Angelo Massimino”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php