Live Sicilia

Calcio - Serie B

Catania, festa al "Massimino"
Pulvirenti: "E' un giorno bellissimo"


Articolo letto 2.469 volte

Il patron degli etnei durante i festeggiamenti: "Speriamo di tornare al più presto dove ci compete… come ha detto Lo Monaco”


CATANIA - Clima da brividi, malgrado la serata afosa. Lo stadio “Massimino” riapre i battenti per la festa rossazzurra organizzata in fretta e furia dopo la sentenza della CAF che ha spalancato al Catania le porte della serie B. Una gioia a lungo repressa, quella del popolo rossazzurro, reduce da quattro stagioni di inenarrabili sofferenze calcistiche iniziate con l’inopinata retrocessione dal massimo campionato, l’interlocutorio campionato cadetto, culminato con la sofferta salvezza e poi con le vicende extracalcistiche che hanno determinato le ultime tre stagioni nell’inferno della serie C.

Adesso il Catania rivede la luce con i suoi tifosi che sono risultati determinanti nella particolare classifica delle papabili al ripescaggio. Tantissime sono state, infatti, le presenze domenicali anche in terza serie a confermare una fede incrollabile che adesso riceve il giusto premio. Lo stadio intitolato al presidentissimo Angelo Massimino si è vestito a festa per sprigionare l’immensa gioia che ha aveva già avuto un prologo non appena stata resa nota la decisione della Commissione d’Appello Federale che ha respinto il ricorso del trio Ternana-Siena-Pro Vercelli. Nella tarda serata di mercoledì, migliaia di tifosi etnei si erano riversati in piazza Europa (luogo tradizionalmente prescelto per eventi del genere) osannando ai propri colori. Ai supporter catanesi si sono poi aggiunti anche alcuni tra i calciatori maggiormente attaccati alla maglia e cioè Lodi, Biagianti e Bucolo.

In tutti è subito scattata la molla: bisognava festeggiare in modo adeguato! Detto… fatto: la società di via Magenta ha spostato la prevista amichevole contro il Biancavilla dal Centro Sportivo di Torre del Grifo al vecchio Cibali. Già due ore prima dell’evento, cancelli aperti e ressa per entrare (gratuitamente), con il pubblico che si attesterà su ben oltre 10.000 presenze circa. Già in mattinata, l’entusiasmo era palpabile in città. Il tradizionale mercato della “fera o luni” con tantissime bancarelle pavesate di rossazzurro e la vendita di magliette e gadget a gonfie vele. Quindi tutti si sono dati appuntamento allo stadio per una serata magica ed indimenticabile come in occasione delle più epiche gesta sul campo degli ultimi lustri.

In tribuna, emozionatissimo, anche Nino Pulvirenti che è tornato allo stadio dopo circa tre anni. “E’ un giorno bellissimo – ha affermato il patron rossazzurro - che in parte ci ripaga di tante amarezze. Il Catania è di Catania e speriamo di tornare al più presto dove ci compete… come ha detto Lo Monaco”. E proprio il Direttore Generale ha avuto parole d’ammirazione per la tifoseria rossazzurra nel momento in cui è stato chiamato in causa dagli speeker, Stefania Sberna ed Angelo Scaltriti. “E’ un momento importante della nostra storia –ha sottolineato il dirigente etneo- e l’attaccamento dei nostri tifosi è risultato determinante nella classifica dei ripescaggi: nell’ultimo campionato sono state complessivamente 250.000 le presenze sugli spalti, nelle partite giocate in casa”.

Presente in tribuna centrale, accanto a Pulvirenti, anche il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, da sempre tifosissimo rossazzurro. “Ho questi colori nel cuore da sempre –ha detto il primo cittadino- ed ho seguito tantissime partite dalla Curva Nord insieme a tanti amici che adesso sono li a far sentire forte il loro incitamento. Al momento della notizia del ripescaggio… abbiamo momentaneamente interrotto i lavori di una Giunta straordinaria, esultando tutti insieme per questo evento che, speriamo, possa essere di buon auspicio anche per il rilancio complessivo della città di Catania”.

Infine, l’amichevole contro il Biancavilla (finita 4-0 con reti di Marotta, Barisic, Brodic e Pozzebon oltre ad un rigore sbagliato da Ciccio Lodi) è servita a Mister Sottil per verificare lo stato di forma dei suoi in vista della gara valida per il secondo turno eliminatorio di Coppa Italia in programma domenica sera (5 agosto) a Foggia.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php