Live Sicilia

calcio - serie d

Messina pronto al ripescaggio
Appello club-Comune a Fabbricini


Articolo letto 666 volte

Sciotto e Manfredi scrivono al presidente della FIGC.

VOTA
0/5
0 voti

MESSINA - Per il ripescaggio l’Acr Messina c’è. La società guidata da Pietro Sciotto ha già provveduto ad inoltrare al Presidente del Coni, Giovanni Malagò, al Commissario Straordinario della Figc Roberto Fabbricini, al Presidente della Lega Pro Gabriele Gravina e al Presidente della LND Cosimo Sibilia, una lettera con la quale – in deroga al regolamento – chiede il ripescaggio in serie C. In un comunicato ufficiale il Messina ha sottolineato: "Abbiamo evidenziato la volontà dell’Acr Messina di accedere al prossimo campionato di serie C – affermano il presidente Pietro Sciotto e Lello Manfredi – sottolineando la storia del movimento calcistico messinese, il bacino di utenza, la disponibilità di uno stadio dotato di una capienza tra le più importanti d’Italia, “nonché le condizioni economico finanziarie per assolvere a quanto previsto dal Sistema delle Licenze Nazionali”.

La lettera del sindaco De Luca e del Presidente del Consiglio comunale, che ringraziamo, sono un’ulteriore testimonianza della fame di calcio in città e della volontà precisa di questa società che ha come primo obiettivo il ritorno tra i professionisti».Intanto arrivano le prime ufficializzazioni per la rosa della prossima stagione, dopo la firma di Peppe Raffaele, che dunque sarà il prossimo tecnico peloritano, arrivano anche i primi sì da parte di alcuni giocatori. In avanti ecco Giuseppe Gambino “nato ad Agrigento il 17/04/1984, che ha chiuso l’ultima stagione con la Folgore Caratese dopo averla iniziata con la maglia dell’Audace Cerignola, con la quale ha siglato 5 reti nelle prime 10 presenze di campionato. Oltre 160 le reti messe a segno in circa 400 presenze tra serie D, C2 e C1, dove spiccano le esperienze con le maglie di Cosenza, Fondi, Rimini, Ternana, Teramo, Brindisi e Monopoli. Gambino sarà a disposizione del tecnico Raffaele sin dall’inizio del ritiro".

Per la difesa ecco Alberto Cossentino, sulle cui tracce c’erano anche Sicula Leonzio e Catanzaro. “Nato a Palermo il 10/09/1988, nell’ultima stagione al Latina. Cresciuto nella primavera del Palermo, Cossentino ha vestito anche le maglie di Triestina, Novara, Gela, Torres, Reggiana e Modena".Sempre per il reparto difensivo ecco Sante Merangolo, classe ’99 cresciuto nelle giovanili dell’Avellino. Nella passata stagione ha vestito la maglia della Sancataldese.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php