Live Sicilia

calcio - serie c

Trapani, Iracani fa il punto:
"Progetto da tenere in piedi"


Articolo letto 3.360 volte

L'amministratore del club e di Liberty Lines parla anche dell'offerta di Todaro, già scartata.

VOTA
0/5
0 voti

TRAPANI - Paola Iracani, amministratore delegato del Trapani calcio, rende nota la verità sulle vicissitudini societarie della società granata. In una conferenza stampa carica di pathos, il dirigente ha svelato tutte le mosse fatte dalla famiglia Morace per tenere in piedi il progetto tecnico e societario, nonostante le voci discordanti e prive di fondamento circolate ultimamente: "Gli scenari sono cambiati molto velocemente, quasi ogni giorno. Abbiamo tentato di risalire la china, la scorsa stagione è stata molto pesant sul piano economico e purtroppo non abbiamo ottenuto un risultato valido. La proprietà inizialmente aveva rinunciato a continuare, i problemi delle società della famiglia Morace sono noti e nonostante questo gli esborsi e gli investimenti sono stati continui. Già da gennaio abbiamo iniziato a cercare un partner o un'altra impresa per dare seguito al percorso già avviato, perchè si crede a questo progetto, per poi prendere il posto di Liberty Lines".

Esiste la necessità di condurre una specie di corsa contro il tempo per garantire alla squadra e alla società una vita proprio, visto che il Comandante Morace è in chiare difficoltà economiche e di salute, pertanto non può effettuare gli sforzi degli anni passati: "Stiamo continuando perchè abbiamo notizie da altre imprese, io in primis sono in contatto frenetico con altre persone, con imprenditori e con imprese che tentano di fare questo passaggio. Con il gruppo romano le cose sembravano procedere in maniera positiva, poi tutto si è fermato perchè il soggetto che sembrava intenzionato ad acquistare in realtà non ne aveva i presupposti, pertanto si stavano sfiorando gli estremi della truffa. Avevamo la necessità di ultimare l'iscrizione al campionato, ma siamo stati destabilizzati da una nuova proposta che riguardava Liberty Lines e non il Trapani calcio, perciò ci siamo dovuti nuovamente aggiornare per capire le problematiche".

Dopo aver fatto capire che il gruppo che gestisce il Trapani calcio e la Liberty Lines ha respinto la proposta di Todaro, inaccettabile sul piano economico e della tempistica, la Iracani fa capire che la società potrebbe gestire la squadra per tutta la stagione, ma ovviamente con obiettivi e aspettative decisamente ridotti: "La proposta di Todaro c'è stata, anche se è stata mandata quindici giorni dopo le date rese note da lui. Tuttavia questa proposta non ha una logica economica e non è neanche un compromesso. È come se qualcuno volesse comprare una Ferrari, usarla soltanto ma far pagare al venditore la benzina, il bollo e tutto il resto. Ecco perchè vogliamo verificare la tipologia di accordo da fare, e almeno per il momento abbiamo la possibilità di disputare il campionato di serie C. Sicuramente non potrà costare quanto quello scorso, che è costato come se fossimo una squadra di B con i proventi della lega di C. Il Comandante ci ha messo l'anima e ha dato il massimo per ottenere il risultato".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php