Live Sicilia

caos palermo

"Mepal non fa un caz..."
Le intercettazioni di Zamparini


Articolo letto 6.408 volte

Il patron tra stratagemmi per evitare guai giudiziari e telefonate sospette.


PALERMO - Stratagemmi per evitare guai giudiziari e dichiarazioni sospette. Le intercettazioni pubblicate nell'edizione odierna dal Giornale di Sicilia gettano nuove ombre sull'operato della società Palermo calcio. Partiamo da quanto accaduto lo scorso 2 maggio: una telefonata tra Giammarva e Zamparini, seguita da una visita improvvisa ad Aiello del Friuli dell'attuale presidente del club di viale del Fante insieme all'avvocato Pantaleone. Quindi le dimissioni da tutte le cariche dello stesso Zamparini. Una scelta, quella di uscire dal cda, forse necessaria per evitare la richiesta di arresto. Interessante, in tal senso, quanto sarebbe stato riferito (e intercettato) dallo stesso imprenditore friulano alla collaboratrice De Angeli: "Io rimango il patron. Parlerai con Giammarva… tu gli fai la relazione e lui poi me la trasmetterà. Non hanno ancora finito di perseguitarci".

Quindi l'attenzione si sposta su altre intercettazioni. Tra queste, spicca quella inerente a una telefonata tra Stefano Gropaiz, advisor di Baccaglini, e l'ex executive manager del Palermo, Angelo Baiguera: "Ha preso il marchio, l'ha venduto per una cifra folle - affermerebbe Gropaiz - non l'ha mai pagato e adesso si ricompra la società. Ha dei consulenti folli". Questo, invece, il contenuto di parte di un'altra telefonata, questa volta tra Zamparini e Baiguera: "Il bilancio della Mepal sono due righe, ha dentro solo il marchio e non fa un caz... - riferirebbe Zamparini -. Non c’ha nessuna attività e una società morta che io ho creato apposta. Abbiamo ottimizzato la vendita della Mepal per sistemare il bilancio con le perdite; Mepal e Alyssa sono operazioni finanziarie permesse dalla legge italiana per ottimizzare il bilancio…. cazzo te ne frega a te, non c’entra niente la Mepal nei bilanci”. Di rilievo anche una frase che sarebbe stata pronunciata da Baccaglini: “Abbiamo Mepal che fondamentalmente ha un credito cazzata, perché sono quei 40 milioni inventati”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php