Live Sicilia

tennis

Caltanissetta, appello FIT:
"Il torneo va preservato"


Articolo letto 549 volte

Il presidente regionale confida in buone notizie sulla concessione dell'area del circolo.

VOTA
0/5
0 voti

CALTANISSETTA - Sta per finire il Challenger di Caltanissetta, si teme per il futuro del torneo e il presidente della FIT Sicilia Gabriele Palpacelli svela i propri auspici per il prosieguo dell'attività: "Nel momento in cui l’amministrazione comunale di Caltanissetta si appresta a predisporre un bando per la nuova concessione dell’area pubblica di Villa Amedeo dove sorge lo storico Tennis Club, la Federtennis Sicilia, come farebbe in casi analoghi, rinnova l’auspico che nel bando pubblico vengano fatte salve le attività sportive, sociali e soprattutto agonistiche proprie di ogni ente affiliato. Caltanissetta da venti anni è al centro del movimento tennistico nazionale e questo prestigioso torneo challenger, oggi rappresenta la più importante manifestazione maschile, seconda solo agli Internazionali d’Italia di Roma. Un evento invidiato da tante altre sedi in Italia e all’estero e mantenerlo in futuro accrescerebbe il prestigio e l’immagine non solo per Caltanissetta ma anche la Sicilia, terra di sport e di turismo".

Resta l'impegno da parte della Federtennis per mantenere uno degli eventi più importanti nel panorama tennistico nazionale, il più importante della Sicilia. In attesa che le istituzioni si muovano in questa direzione: "Ribadiamo dunque il nostro auspicio - dichiara Palpacelli - che le istituzioni pubbliche e gli enti privati coinvolti a vario titolo facciano di tutto affinchè una così tradizionale manifestazione voluta fortemente e a costo di grandi sacrifici, non lasci la città di Caltanissetta".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,19,sotto-articolo.php