Live Sicilia

CALCIO - SERIE B

Palermo, pari prezioso a Venezia
Marsura risponde a La Gumina


Articolo letto 14.697 volte

La Gumina sblocca il match del 'Penzo' in apertura di secondo tempo, immediata la replica dei lagunari. Tutto rimandato a domenica al 'Barbera'.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Si deciderà tutto al ‘Barbera’. Venezia e Palermo non vanno oltre l’1-1 al ‘Penzo’ nella semifinale d’andata dei playoff con i gol di La Gumina e Marsura che rimandano la disputa per un posto in finale dunque al match in programma domenica prossima in Sicilia. Un pareggio buono ovviamente per i rosanero di Stellone che potranno giocare puntando anche su qualunque punteggio di pareggio vista la posizione di classifica migliore dei siciliani anche se resta il rammarico per le tante occasioni create in Laguna, su tutte quella capitata sui piedi di Coronado, che avrebbero potuto indirizzare su binari diversi la semifinale.

STELLONE CON TRAJKOVSKI Già nelle formazioni ufficiali arrivano le prime sorprese da parte del tecnico rosanero che manda in campo il macedone Trajkovski al posto di Igor Coronado alle spalle di Moreo e La Gumina. In panchina si accomodano anche Nestorovski e Gnahorè, con Fiordilino preferito al francese, mentre Bellusci ritrova il campo dall’inizio dopo il lungo infortunio che lo aveva tenuto fuori nel finale di campionato. Inzaghi dall’altra parte attua un po’ di turnover dopo il match vinto contro il Perugia e in attacco schiera la coppia Litteri-Marsura. A centrocampo Del Grosso e Bruscagin sono gli esterni del 3-5-2 dell’ex Milan con Pinato, Stulac e Falzerano a comporre la cerniera dei lagunari. I rosa partono bene con delle azioni propositive anche se il primo tiro è dei padroni di casa con Del Grosso. La replica è affidata a Trajkovski con una conclusione debole. La Gumina prova ad impensierire la difesa veneziana che gli monta una guardia attenta così i siciliani provano ad impensierire i lagunari con una punizione di Trajkovski su cui Audero si supera mettendo in corner. E’ praticamente l’unico sussulto della prima frazione che si chiude sullo 0-0.

LA GUMINA, POI MARSURA L’apertura del secondo tempo è di quelle da far tremare i polsi con il Palermo che si getta in attacco con uno spirito diverso trovando il gol del vantaggio con l’attaccante dal piede caldo come La Gumina, al suo decimo gol stagionale, che servito splendidamente da Jajalo in area controlla e supera Audero con il ‘killer instinct’ che contraddistingue il palermitano negli ultimi metri. La gioia dei siciliani dura però pochissimo visto che il Venezia non accetta lo svantaggio e poco dopo ristabilisce il punteggio del pari con un gol di Marsura. La punta di Inzaghi approfitta prima di una genialata di Litteri che col tacco lo libera in area e poi di una deviazione decisiva di Rajkovic che mette fuori causa Pomini. 

CORONADO CHE OCCASIONE Stellone si gioca nel momento topico del match i cambi attesi già ad inizio match con gli inserimenti di Gnahorè per Fiordilino e sopratutto Coronado per Moreo. Il brasiliano prova subito a segnalarsi con un paio di tiri dalla distanza che non trovano la porta mentre poco dopo ha la palla gol più limpida quando ruba palla a Modolo e si presenta a tu per tu con Audero che lo ipnotizza parando quello che è praticamente un rigore in movimento. Dopo quella che poteva essere la palla buona per il vantaggio le due squadre non attaccano più con la stessa intensità rimandando le ostilità al match di domenica decisivo per il passaggio in finale.

IL TABELLINO

Reti: La Gumina 53', Marsura 57'.

VENEZIA: 1 Audero; 4 Andelkovic, 13 Modolo, 6 Domizzi (cap.); 3 Bruscagin, 23 Falzerano, 5 Stulac, 14 Pinato (Fabiano 82'), 31 Del Grosso; 29 Litteri (Geijo 69'), 17 Marsura (Zigoni 78'). A disp: 12 Vicario, 22 Russo, 7 Bentivoglio, 8 Soligo, 11 Firenze, 18 Suciu, 21 Frey, 25 Cernuto, 27 Zampano. All: Filippo Inzaghi.

PALERMO: 22 Pomini; 3 Rispoli (cap.), 2 Bellusci, 5 Rajkovic, 19 Aleesami; 35 Murawski, 8 Jajalo, 21 Fiordilino (Gnahorè 66'); 7 Trajkovski (Nestorovski 86'); 9 Moreo (Coronado 69'), 20 La Gumina. A disp: 1 Maniero, 4 Accardi, 6 Struna, 14 Rolando, 16 Balogh, 18 Chochev, 23 Fiore, 24 Szyminski, 32 Ingegneri. All: Roberto Stellone. 

ARBITRO: Daniele Chiffi (Padova).

NOTE Ammoniti: Stulac 49', Bellusci 58', Aleesami 85'.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php