Live Sicilia

pallanuoto - serie a2

Telimar, serve un'impresa
La Roma Nuoto è in palla


Articolo letto 366 volte

I palermitani chiedono strada ai capitolini per avvicinarsi all'obiettivo della salvezza.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Dopo la meritata vittoria ottenuta in casa contro la terza forza del campionato, il TeLiMar vola a Roma per sfidare domani, sabato 19 maggio, la capolista nella penultima giornata di A2 Sud. Fischio d’inizio al Foro Italico alle ore 16,30 agli ordini degli arbitri Calabrò e Rotunno, per un match in cui nulla è scontato. Il club dell’Addaura punta al risultato utile, che permetterebbe di avvicinarsi ancora di più alla matematica salvezza. Per raggiungere questo obiettivo, i ragazzi guidati da Ivano Quartuccio dovranno scendere in vasca con il giusto approccio alla partita, mantenendo la concentrazione alta fino alla fine e mettendo a frutto quanto imparato durante l’anno soprattutto in fase difensiva. I padroni di casa, d’altro canto, arrivano all’appuntamento dopo aver travolto a Bari la Waterpolo, mandando a segno nove giocatori con sei goal del maltese Camilleri. I giallorossi allenati da Roberto Gatto, dall’alto dei 50 punti conquistati finora in stagione, sono ormai focalizzati sui play-off promozione in A1, ma vogliono arrivarci da primi della classe. Attenzione, quindi, al loro gioco molto fisico. Lino Mesi, Direttore Sportivo TeLiMar: “Con la vittoria di sabato contro il Civitavecchia un altro mattone è stato posato. Ma non è sufficiente, come sapevamo bene. Servono altri tre punti e non vogliamo in alcun modo dover dipendere dai risultati delle nostre dirette concorrenti. Per questo motivo coach Quartuccio ha chiesto alla squadra di mantenere alta l’attenzione e la concentrazione già in questa gara, che sembrerebbe dal pronostico chiuso: fuori casa contro la prima in classifica e indubbiamente la squadra più in forma e regolare del girone. Dopo un avvio stentato - 4 punti nelle prime 4 giornate - dopo la sconfitta del 16 dicembre contro il Civitavecchia, i giallorossi hanno inanellato 15 vittorie e 1 pareggio. Una squadra con una stella - il maltese Steve Camilleri, capocannoniere del torneo - diversi giocatori esperti e motivati e un gruppo di giovani ben allenati e talentuosi hanno creato l’alchimia perfetta che produce risultati e bel gioco. Noi, a parte la partita di andata proprio contro la Roma Nuoto, in cui eravamo nel nostro momento più basso, con le squadre di alta classifica abbiamo fatto le nostre migliori partite. Se costruiamo il match sulla solita difesa intensa e disciplinata, possiamo metterli in difficoltà e se arriviamo al quarto tempo ancora in partita nulla ci è precluso”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php