Live Sicilia

calcio - serie c

Akragas, non è rimasto nulla
Futuro: o Iran o fallimento


Articolo letto 2.467 volte

Si chiude una stagione da incubo per i biancazzurri. E il post retrocessione resta appeso a un filo.

VOTA
0/5
0 voti

AGRIGENTO - Una stagione iniziata male e finita peggio può essere consegnata agli annali. L'Akragas si congeda dal calcio professionistico dopo tre stagioni e lo fa nel modo meno auspicato dai tifosi. Ultimo posto con 6 punti (15 sul campo, 9 tolti dalla Federazione per inadempienze societarie), un intero campionato in trasferta, 27 sconfitte, peggior attacco e peggiore difesa. Bocciatura senza appello e numeri che la dicono lunga sull'interminabile agonia durata nove mesi. Ora è tutto in archivio, la C è già un ricordo e bisognerà ricostruire. Certamente non dalle macerie rimaste da questo campionato di progressivi addii e disimpegni. Le strade sono due: la prima, la più temuta, è quella che porta al fallimento e all'ennesima ripartenza dai campi della provincia siciliana del pallone. La seconda, quella di un rilancio in salsa iraniana: tutte le speranze del tifo biancazzurro, infatti, sono affidate all'eventuale approdo nella città dei Templi dell'imprenditore Karimoue. Operazione ancora dai contorni poco chiari ma a cui Agrigento guarda con un misto di ansia e curiosità. Saranno settimane di passione.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php