Live Sicilia

calcio - serie c

Akragas, senti Vono:
"Catania da onorare"


Articolo letto 1.021 volte

Il capitano del Gigante vuole una squadra gagliarda nel derby di domenica.

VOTA
0/5
0 voti

AGRIGENTO - Alessandro Vono non vuole che l'Akragas tiri i remi in barca, nonostante una stagione ormai conclusa con la matematica retrocessione tra i dilettanti. A maggior ragione perchè domenica si gioca il derby contro il Catania, che negli anni passati ha consentito di scrivere pagine storiche del club della città dei Templi, ma che ora assume i contorni di una partita senza storia. Tuttavia, il capitano biancazzurro vuole vedere una squadra gagliarda al cospetto di una formazione che si gioca la promozione diretta in serie B: "È una gara complicata ovviamente - dichiara Vono - , contro una squadra che si sta giocando tutto, mentre noi purtroppo non abbiamo più nulla da chiedere a questo campionato. Ciò non vuol dire che non metteremo in campo tutto il nostro impegno, onoreremo il campionato fino alla fine come abbiamo dimostrato anche nelle ultime partite. Anche se la classifica, come ho sempre detto e continuerò a dire, non è quella che meritiamo, porteremo al termine il nostro lavoro come abbiamo sempre fatto".

Sarà con ogni probabilità questa l'ultima partita che l'Akragas giocherà con il coltello tra i denti, se non altro per via della rivalità territoriale con Catania e con la squadra rossoazzurra. Vono vuole provare a chiudere con dignità un campionato che si va a chiudere mestamente in casa biancazzurra, dopo un inizio di stagione promettente al quale ha però fatto seguito una lunghissima e deprimente serie di partite condizionate da problemi societari e di altra natura, che hanno condannato la squadra a retrocedere: "Questa è una sfida importante, loro giustamente verranno da noi molto agguerriti ma dobbiamo fare la nostra gara e rispettare un campionato importante come la serie C. È giusto che daremo tutto per dare battaglia contro una squadra come il Catania. Il nostro campionato è stato molto particolare, con prospettive diverse da quelle che si sono realizzate. Pensavamo che potessimo fare qualcosa di importante all'inizio, poi le vicissitudini societarie e i continui problemi ci hanno portato ad entrare in grande difficoltà e non ne siamo più usciti".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php