Live Sicilia

calcio - serie b

Palermo torna protagonista
'Barbera' fattore in più


Articolo letto 2.202 volte

La vittoria contro il Frosinone rilancia le ambizioni dei rosanero che possono gioire anche per l'appoggio caloroso del proprio pubblico.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO -  Che quella di ieri contro il Frosinone sia stata una vittoria decisiva, importante sia sul piano delle motivazioni acquisite dopo un periodo negativo che su quello del gioco con la continuità data dopo il precedente successo contro l'Ascoli, è innegabile. I ragazzi di Bruno Tedino, che con i tre punti di ieri hanno dato un segnale forte al campionato, infatti si sono ritrovati in un sol colpo con una classifica nuovamente che sorride (tre i punti proprio dal Frosinone con una gara in meno da disputare per i rosanero e uno dall'Empoli che però oggi giocherà il suo match e potrebbe ancora staccare i siciliani, ndr), ma sopratutto una compattezza a livello di squadra e con il proprio pubblico che farebbe invidia attualmente a qualsiasi squadra di serie A.

Al 'Barbera' nel match clou contro i ciociari di Longo si è tornato ad assaporare infatti sensazioni che da diverso tempo l'ambiente rosanero non provava sulla sua pelle. Innanzitutto uno stadio finalmente gremito in ogni settore con una presenza omogenea di tifoseria come addirittura non si vedeva nella passata stagione vissuta nella massima serie. A pesare nella scelta di sostenere i rosanero da parte dei tifosi, al di la della politica di sconti sui tagliandi e l'appeal per un match di vertice e decisivo per la stagione, è stata anche la voglia espressa da questo gruppo costruito dall'ex tecnico del Pordenone di non voler mai mollare, nonostante le tre pesanti sconfitte di fila, con una condizione che via via col passare delle settimane è tornata riaccendendo la passione di una piazza che aspettava soltanto di vivere un sabato come quello appena passato agli archivi.

E proprio il sostegno della tifoseria, nei momenti più delicati dei 90' contro un avversario ostico come il Frosinone, è risultato probabilmente decisivo per far fare il salto di qualità decisivo ad una squadra che già in campo aveva dimostrato di poter imporsi con qualità ed un gioco divenuto più corale che mai. L'esplosione di gioia al gol di Gnahorè, sempre più beniamino della curva insieme ai sempre più applauditi Coronado e Nestorovski, ha rappresentato un'iniezione di fiducia grandissima per i siciliani capaci di resistere all'assalto finale dei gialloblu. Al termine della gara Tedino non ha potuto poi nascondere poi la soddisfazione per aver portato quasi a compimento la missione prefissata ad inizio stagione: riavvicinare la piazza alla squadra. "Speriamo questo possa essere l'inizio verso un obiettivo comune - ha ammesso l'allenatore - tifiamo per la città e vogliamo portarla in una categoria molto importante. Abbiamo bisogno di questo tipo di atmosfera che ci dà qualcosa in più". Insomma la via è tracciata e adesso bisognerà proseguire a braccetto, squadra e tifoseria, per festeggiare a fine campionato l'obiettivo tanto agognato.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php