Live Sicilia

basket - serie a

Capo, Campani suona la carica:
"Da Torino sprint per la salvezza"


Articolo letto 696 volte

Il pivot della Betaland dopo la grande prova di Torino vuole la vittoria in quel di Pesaro.

VOTA
0/5
0 voti

CAPO D'ORLANDO (MESSINA) - La sua grande prova non è servita a portare a casa la vittoria dopo un digiuno che tra campionato e Champions League dura da ben quindici partite. Tuttavia, l'apporto che Luca Campani ha dato alla Betaland Capo d'Orlando, con la bella performance sul parquet di Torino a fare da ciliegina sulla torta, fa decisamente ben sperare per il futuro. Il pivot azzurro si sta riscattando dopo una serie di infortuni e si sta dimostrando un fattore importante per il futuro della compagine paladina, ed è lui stesso a sostenere che i biancazzurri potranno solo crescere: "Abbiamo fatto un'ottima partita secondo me, siamo partiti male ma nonostante questo siamo riusciti a recuperare. Abbiamo giocato punto a punto, addirittura a tre minuti dalla fine eravamo sul +7. Purtroppo le partite che si giocano punto a punto vengono decise da episodi, ma sicuramente abbiamo fatto un'ottima partita. Da quando sono arrivato io sicuramente è la migliore, sono certo che se giocheremo sempre come abbiamo fatto domenica, ci toglieremo delle soddisfazioni".

25 punti con 11/18 dal campo e dieci rimbalzi tirati giù dai canestri del PalaRuffini per Luca Campani, per quella che è senza dubbio la miglior prestazione del giocatore nativo di Montecchio dal suo arrivo alla Betaland Capo d'Orlando, e numeri alla mano una delle migliori della carriera. Meglio di Torino, il pivot biancazzurro ha fatto solo in un'occasione, quasi quattro anni fa, quando realizzò 27 punti con 8 rimbalzi raccolti nella gara persa dalla Sutor Montegranaro in quel di Cremona. In ogni caso, per l'ex giocatore anche di Varese si tratta di un periodo felice per la propria carriera, vista anche la bella accoglienza ricevuta fin dal suo arrivo in Sicilia: "Domenica ho fatto una buona partita - sostiene Campani - , l'avrei volentieri barattata con una vittoria. A Capo d'Orlando mi sto trovando bene, fin da subito l'impatto è stato positivo, lo staff e i compagni di squadra sono stati super e mi hanno fatto sentire come se fossi uno di loro fin dall'inizio della stagione. La città vive di basket, è molto bello questo, ripeto che a Capo si sta molto bene".

La partita di Torino va subito messa alle spalle per l'Orlandina, e non solo perchè alla fine è arrivata una sconfitta. C'è infatti subito da pensare al prossimo incontro, uno di quelli da non fallire per nessun motivo. Si gioca ancora una volta in trasferta, all'Adriatic Arena contro la Vuelle Pesaro, squadra che attualmente chiude la classifica del massimo campionato nonchè l'unica attualmente alle spalle della Betaland in classifica. Vincere nelle Marche consentirebbe di far salire nettamente le chance paladine di salvezza, ma Campani crede che non sarà quello di domenica il crocevia della stagione: "Non è decisiva perchè mancano 9-10 partite dopo quella di Pesaro. Qualsiasi cosa succeda, ci sarà tempo per portare avanti ogni discorso. Sicuramente è una partita importante, perchè Pesaro è una diretta concorrente per la salvezza, sicuramente sarà una partita difficile perchè questo tipo di partite è complicata da giocare, però sono sicuro che noi la prepareremo al meglio e se continueremo sulla strada tracciata a Torino sono sicuro che faremo bene".

Quello di Luca Campani è stato uno dei tanti arrivi a stagione in corso per la Betaland Capo d'Orlando. Nel giro dei primi due mesi del 2018, i biancazzurri hanno aggiunto al proprio roster anche Nick Faust e Valery Likhodey, lasciando partire l'ex capitano Mario Delas, l'azzurro Mirza Alibegovic e l'ucraino Denis Ikovlev. Nel frattempo è stato ufficializzato anche l'ingaggio di Justin Knox. Campani crede che non sia semplice amalgamare un gruppo che cambia così tanto a stagione in corso, ma al tempo stesso è consapevole del fatto che il lavoro in palestra, che va poi a tradursi nelle prestazioni e quindi nei risultati in partita, potrà aiutare l'Orlandina a rendere al meglio nonostante le tante novità: "Quando fai tanti cambiamenti in corsa non è facile, ma credo che abbiamo lavorato bene, stiamo lavorando bene e sono sicuro che lavoreremo bene in palestra. Questo poi si vedrà domenica, ma per il momento dobbiamo solo continuare così - conclude Campani - affinchè tutto vada bene".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php