Live Sicilia

calcio - Serie C

Diana si sveglia dall'incubo
"Brutta Leonzio nella ripresa"


Articolo letto 2.608 volte

Il tecnico bianconero commenta la prestazione a due facce, che ha portato al ko con la Juve Stabia.

VOTA
0/5
0 voti

CASTELLAMMARE DI STABIA (NAPOLI) - Una sconfitta dura da digerire, che forse è figlia delle tante aspettative riposte su questa partita dal tecnico e dalla società, oltre che della prova a due facce di una squadra capace di essere gagliarda e briosa nel primo tempo, ma assolutamente giù di tono al rientro dagli spogliatoi. La Sicula Leonzio si ferma dopo sei risultati utili consecutivi - otto nelle nove uscite con Aimo Diana in panchina - e cede nettamente il passo alla Juve Stabia, capace di dilagare nel già menzionato secondo tempo e di portare a casa tre punti fondamentali per la propria stagione. Si ferma, invece, la corsa della formazione bianconera nella caccia ad un posto per i playoff, divenuti come d'incanto l'obiettivo prioritario della Leonzio, a detta del proprio allenatore. Tuttavia, la prestazione vista al "Menti" di Castellammare di Stabia dovrebbe essere solo un incidente di percorso in una fase della stagione in cui la compagine guidata dal mister bresciano ha avuto una netta inversione di tendenza, dimostrandosi capace di giocarsela contro tutti nel girone meridionale.

La prestazione vista al cospetto della Juve Stabia non può aver soddisfatto un Diana che però sottolinea l'andamento a due facce della gara stessa. Un primo tempo in cui la sua Sicula Leonzio avrebbe anche potuto realizzare e portarsi in vantaggio, prima di assistere ad una seconda frazione in cui le 'vespe' l'hanno fatta da padrone, realizzando le reti che hanno di fatto chiuso la pratica, obbligando lo stesso Diana alla seconda sconfitta in dieci gare alla guida della formazione leontina: "Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, poco concreti però nel tramutare il nostro gioco in azioni nitide. Abbiamo tenuto maggiormente il possesso del pallone ma a calciare è stata lo Juve Stabia con tre tiri in porta. Peccato per il gol che abbiamo subito a fine primo tempo che ha indirizzato la gara. Nella ripresa avevamo il vento contro, era molto complicato controllare il pallone soprattutto quando si alzava ma bisogna dare merito allo Juve Stabia di avere fatto una buona partita. Sono stati bravi anche a concretizzare i nostri errori".

Una Juve Stabia che è dunque stata brava dove invece la Sicula Leonzio ha avuto delle chiare mancanze, ovvero nella capacità di sfruttare gli errori degli avversari per andare a segno. Diana pone l'accento soprattutto su questo aspetto, oltre che su un secondo tempo da dimenticare e che non cancella quanto di buono è stato fatto dalla sua squadra in questi ultimi due mesi e mezzo. Ora sarà importante trovare la necessaria reazione per mettersi alle spalle questo pessimo sabato di inizio marzo e soprattutto ritrovare concentrazione e voglia di vincere in vista di una gara fondamentale. Domenica prossima c'è il derby col Catania, che potrebbe essere disputato al "Nobile", e Diana richiama subito i suoi all'ordine: "Rimane tuttavia la prestazione del primo tempo che è stata importante laddove li abbiamo costretti a cambiare modulo anche in corso d’opera. Nel secondo tempo la squadra non è riuscita a reagire. Dobbiamo imparare - conclude Diana - , anche noi dobbiamo avere questa capacità di rimontare e superare le difficoltà del match".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php