Live Sicilia

calcio - serie c

Akragas tra iraniani e Lecce
Di Napoli "con il sangue agli occhi"


Articolo letto 1.082 volte

Alcuni emissari persiani incontrano Alessi, mentre la squadra prepara il testacoda di Siracusa.

VOTA
0/5
0 voti

AGRIGENTO - Una partita proibitiva, ma che consente una grande occasione per piazzare l'impresa eroica e per risollevare il morale della squadra e della società, in una settimana che sembrava trascinarsi ancora una volta stancamente proprio in previsione della partita di turno, ma che ha avuto un pizzico di sale in coda. Sul prato dello stadio Esseneto hanno infatti sfilato alcuni esponenti della cordata di imprenditori iraniani che starebbero valutando l'ipotesi di mettere le mani sul pacchetto azionario del club della città dei Templi. Una visita di certo programmata ma non prevista dagli addetti ai lavori, con la passeggiata tra le mura dell'impianto agrigentino accompagnata dalla presenza del presidente Silvio Alessi e del legale dell'Akragas Enzo Caponnetto, i principali fautori della trattativa dalla parte dei biancazzurri. Ma ovviamente il primo pensiero si chiama Lecce, in un testacoda affascinante e sulla carta proibitivo per una squadra che ha però l'obbligo morale di continuare a lottare per rendere possibile il sogno di disputare i playout.

Per l'occasione, in un'altra sfida che prevedrà il trasloco del Gigante al "De Simone" di Siracusa, tornerà in panchina Raffaele Di Napoli, che ha scontato la doppia giornata di squalifica ed ha assistito a due partite in cui l'Akragas ha sfiorato risultati importanti, contro Catanzaro e Bisceglie, facendosi beffare in maniera clamorosa in entrambi i casi nei minuti finali. Ecco allora che la sfida contro l'indiscussa capolista del girone meridionale di serie C potrebbe arrivare come una bella occasione per dare una sterzata, proprio perchè non ci si aspetta il risultato positivo ma la squadra lotterà alla morte per raggiungerlo: "È una bella gara - dichiara Di Napoli in sala stampa - , da affrontare con grande agonismo e grande determinazione. È uno scontro importante, arriva una squadra importante con giocatori forti. Noi dobbiamo cercare di fare risultato perchè dobbiamo avvicinarsi alla zona playout. Ad oggi siamo a quattro punti di ritardo, mancano dieci partite ma ho detto ai ragazzi che nonostante questo distacco non devono ancora guardare la classifica".

Il tecnico biancazzurro svela ciò che serve all'Akragas per riuscire a fare gara alla pari contro una squadra dotata di grandi giocatori ma anche di uno stile di gioco e di un approccio alla gara decisamente importante. Sarà necessario essere cattivi, determinati e soprattutto attenti per riuscire a limare il più possibile le grandi differenze, soprattutto sul piano tecnico e del temperamento, presenti tra le due forze opposte domani pomeriggio sul terreno di gioco aretuseo, per una gara dal pronostico già chiuso ma comunque da giocare: "Dobbiamo avere coraggio, attenzione, determinazione. Con la voglia di arrivare prima sul pallone, con spirito battagliero e con il sangue agli occhi possiamo fermare una squadra come il Lecce. Ci vorrà quell'esperienza dettata dalle ultime partite, in cui abbiamo perso subendo gol banali. Cercheremo di non ripetere gli stessi errori. La mia squadra sarà aggressiva, cattiva, vogliosa di fare risultato e di giocare a calcio. Non dobbiamo perdere l'autostima che per ora è al di sotto della media, ci vorrà tanta ferocia per sopperire a certe mancanze".

Oltre a Raffaele Di Napoli ha voluto parlare l'altro grande protagonista della stagione dell'Akragas. Alessandro Vono è stato senza dubbio uno di migliori dall'inizio del campionato, tanto da meritare i gradi di capitano, e nonostante la papera che ha sbloccato il punteggio nella gara di Bisceglie non ha perso il suo proverbiale spirito. Il portiere biancazzurro sa che l'impresa contro il Lecce è fattibile solo se il Gigante tirerà fuori grinta, attenzione e concentrazione sui minimi dettagli contro una vera e propria corazzata: "Abbiamo lavorato molto bene in settimana, ci stiamo preparando per una partita che sappiamo essere molto dura. Loro sono una grandissima squadra e la classifica lo dimostra, faremo il possibile per restare attaccato ad un risultato che per noi è fondamentale. L'Akragas dovrà mostrare concentrazione e determinazione, la partita per noi dovrà vivere di attenzione, ogni mezzo errore da parte nostra potrà essere sfruttato da loro, viste le grandi qualità a loro disposizione".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php