Live Sicilia

calcio - serie c

Catania, carica Lucarelli:
"Noi più forti del Siracusa"


Articolo letto 1.412 volte

Le parole del tecnico rossoazzurro in conferenza stampa in vista del derby col Siracusa.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - E’ un Cristiano Lucarelli determinato quello che si è presentato oggi pomeriggio in sala stampa a Torre del Grifo per incontrare i giornalisti e dire la sua nell’imminenza della delicata sfida casalinga contro il Siracusa. Il Catania vuole tornare al successo nel derby per blindare il secondo posto e mantenere intatte le possibilità di raggiungere la battistrada Lecce che sarà impegnata proprio al “Nicola De Simone” (campo neutro) contro l’Akragas. I rossazzurri vogliono porre definitivamente nel dimenticatoio la clamorosa debacle di Monopoli condita da tutto ciò che ne è scaturito, ivi compreso il paventato licenziamento del tecnico livornese poi pienamente riabilitato.

Lucarelli è perfettamente consapevole del delicato momento della sua squadra e, con la schiettezza che lo contraddistingue, mette un punto a polemiche e recriminazioni. ”Mi scuso se con le mie dichiarazioni ho turbato la sensibilità altrui e mi dispiace se qualcuno se l’è presa in maniera particolare. Mi dispiace. Dopo l’enorme delusione, da allenatore, io volevo cercare degli argomenti che spostassero l’attenzione dalla squadra, dai miei calciatori. Intendevo creare un alone di tranquillità intorno al gruppo, a costo che tutte le critiche piovessero sull’allenatore, su di me. L’ambiente rossazzurro è particolarmente tosto lo sapevo già. Pensavo che fosse a tutti chiaro che il mio “attacco” aveva l’obiettivo di difendere la squadra, soprattutto nell’interesse del Catania stesso. I ragazzi devono stare tranquilli e pensare a dare il meglio in campo. Sabato prossimo affrontiamo una squadra forte ma noi dobbiamo esserlo di più”.

Contro il Siracusa, non ci saranno Russotto e Caccavallo ancora fermi ai box per infortuni che rischiano di allungare i tempi di recupero totale. Qualche acciacco mette in dubbio anche la presenza di Fornito mentre Esposito è squalificato. Cresce, intanto, l’attesa dei tifosi: adesso dalle parole bisognerà passare ai fatti e, contro gli aretusei, il Catania dovrà vincere e convincere, anche i più scettici: “Ci sarà sicuramente da soffrire –aggiunge l’allenatore del Catania- e, a prescindere dai moduli, dovremo giocare da ‘maschi’, mostrando la ferrea volontà di riscattare la disfatta di Monopoli, anche se quella rimarrà una giornata che non potrò mai dimenticare. Dai miei calciatori mi aspetto una reazione da uomini veri sin dall’inizio del match. Ai tifosi chiedo di sostenerci dall’inizio alla fine".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php