Live Sicilia

basket - serie a

Orlandina, si presenta Likhodey
"Sfida che mi aspetto di vincere"


Articolo letto 432 volte

Il nuovo lungo dei biancazzurri spiega cosa lo ha convinto ad approdare alla corte di Di Carlo.

VOTA
0/5
0 voti

CAPO D'ORLANDO (MESSINA) - Valery Likhodey si presenta ufficialmente alla Betaland Capo d'Orlando e ai suoi nuovi tifosi, i quali hanno atteso un giocatore di spessore ed esperienza per completare il pacchetto di lunghi a disposizione di Gennaro Di Carlo. Un uomo dal talento importante e anche con una storia sportiva di tutto rispetto, con due coppe europee messe in bacheca e un lungo giro che lo ha portato in meno di un decennio a indossare le canotte delle formazioni più importanti della pallacanestro russa, partendo dal CSKA Mosca e arrivando fino a Unics Kazan, Khimki Mosca e Lokomotiv Kuban. Un giocatore del quale ci si può fidare sia per la carriera che ha fatto, che per la voglia di rivalsa dopo un inizio di stagione vissuto nel campionato lituano, positivo sul piano personale e delle percentuali ma non esaltante vista la posizione di classifica occupata dalla sua ormai ex squadra. Ora, sia per Likhodey che per l'Orlandina Basket, c'è una sfida importantissima da vincere.

Nella sua prima intervista da nuovo giocatore della Betaland Capo d'Orlando, Likhodey fa sapere di essere pronto a soddisfare i desideri e le richieste di un club che ha fatto tanto per portarlo alla corte di coach Gennaro Di Carlo, il quale punterà sulla sua esperienza e sulla sagacia tattica accumulata negli anni dal giocatore russo per far crescere il resto della squadra sul piano mentale e della grinta. L'ex giocatore dell'Unics Kazan, dal canto suo, ha parlato di ciò che lo ha convinto ad accettare la corte della formazione paladina nella giornata di ieri: "Sono felice di raggiungere l'Orlandina - ha dichiarato Likhodey - , so che c'è tanto lavoro da fare a Capo d'Orlando. Il mio agente mi ha parlato di un'offerta dall'Italia durante questa pausa, e questo è il mio Paese preferito fuori dalla Russia: non vedo l'ora di godermi il sole, il buon cibo e tutto quello che ha da offrire! Ho parlato con il DS Peppe Sindoni e coach Gennaro Di Carlo, sono stati intelligenti e professionali. Ho subito avuto un feeling".

Come detto, Likhodey ha deciso di sposare la causa dell'Orlandina Basket soprattutto per rimettersi in gioco e per dare il massimo affinchè la squadra che lo ha chiamato, portandolo via dai lituani del Nevezis, raggiunga l'obiettivo della salvezza, divenuto di urgente importanza dopo una striscia di tredici sconfitte consecutive tra campionato e Champions League. Il giocatore russo ha anche parlato delle sue doti, che fanno di lui un giocatore ovviamente pericoloso sotto canestro ma anche con i tiri con i piedi dietro l'arco: "Sicuramente mi aspetto di raggiungere gli obiettivi del club. Arrivare in corso d'opera con una missione da compiere è qualcosa di nuovo per me. Miglioreremo il livello del gioco e la chimica di squadra per chiudere bene la stagione, farò del mio meglio per questo. Inoltre sono curioso di conoscere il basket italiano dall'interno. Cosa devono aspettarsi i tifosi da me? Naturalmente se potessi scegliere una sola cosa, sceglierei le vittorie. Quello che credo di poter dare è tiro da fuori, gioco in post, rimbalzi - conclude Likhodey - , e spero anche che si divertano".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php