Live Sicilia

formula 1

Ferrari, presentata la SF71H
Vettel: "Daremo il massimo"


Articolo letto 848 volte
f1, ferrari, ferrari SF71H, formula 1, formula1, maranello, presentazione ferrari, raikkonen, SF71H, vettel, Auto e Moto
credits foto: Scuderia Ferrari

Svelata la monoposto della Rossa che correrà il prossimo Mondiale di F1: colpisce lo Halo, una sorta di gabbia protettiva davanti l'abitacolo.

VOTA
0/5
0 voti

MARANELLO (MODENA) – È stata svelata questo pomeriggio a Maranello la nuova SF71H, l’ultimo prodotto Ferrari che parteciperà al prossimo mondiale di Formula1. Tra i presenti, oltre ai due piloti della Rossa, Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, c’era il presidente Sergio Marchionne e Piero Ferrari. Nella SF71H colpisce subito una particolarità su tutte: lo Halo, una sorta di ‘gabbia’ protettiva inedita davanti all’abitacolo. Dotata di un caratteristico rosso fiammante, rispetto alla versione dello scorso anno il ‘muso’ è stato totalmente ristrutturato e si restringe in punta, nella quale è visibile uno spazio al momento ancora bianco dove avrà luogo lo sponsor principale: la Philip Morris.

Orgoglioso Maurizio Arrivabene: “Abbiamo lavorato consapevoli di costruire una Ferrari e questo ci rende orgogliosi e rappresenta un esempio di eccellenza italiana – ha detto il team principal della scuderia Ferrari –. La Ferrari è diversa perché è fatta in Italia, qui a Maranello. E ciò crea il grande feeling. Un pensiero ai ragazzi che hanno contribuito a questa macchina, pezzo per pezzo, dal design all'aerodinamica, fino al lavoro intellettuale. Tutti stanno in piedi – ha detto indicando gli ingegneri e gli uomini in rosso dietro alla vettura – questo è segno di rispetto ma anche di grande consapevolezza”.

“Non credo lo Halo darà fastidio, ritengo che sia molto meno intrusivo di quello che pensavo. Tutti ci abitueremo al suo utilizzo – ha dichiarato Sebastian Vettel in conferenza stampa –. Con questa auto faremo sicuramente tempi fantastici, pensiamo di aver lavorato bene, ma aspettiamo i test per confermarlo. Il messaggio che voglio lanciare per il Mondiale? Che sicuramente dobbiamo fare noi piloti per primi tutto il possibile per ottenere i risultati migliori. Si parla tanto con i progettisti, che conoscono bene l'auto, ma spetta prima di tutto a noi piloti dare il massimo”.

“Il nostro obiettivo è essere sempre più veloci. L'auto è ottima e la prossima settimana ne sapremo qualcosa di più e capiremo quanto lavoro ancora c'è da fare – ha aggiunto Kimi Raikkonen –. Per quanto riguarda il mondiale e gli avversari ritengo che quando ci sono più team a contendersi la vittoria sia più eccitante, anche per gli spettatori. Un po' come era qualche anno fa”.

“Siamo partiti dal progetto dello scorso anno, che già era una buona base. Abbiamo mantenuto i concetti aggressivi – ha spiegato il direttore tecnico Mattia Binotto –. La SF71H ha un corpo vettura più stretto ed è stata costruita per essere performante anche nei circuiti ad alta velocità”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php