Live Sicilia

calcio - serie d

Derby di Carnevale all'Acireale
Il Messina deve inchinarsi


Articolo letto 1.185 volte

I granata si aggiudicano il match grazie a una rete messa a segno nella ripresa da Cocimano.

VOTA
0/5
0 voti

ACIREALE - Acireale - Messina celebra la prima volta di un quadrumvirato alla guida del club granata. Accolte le dimissioni di Drago dalla carica di presidente, al vertice del club si sono insediati i messinesi Gugliotta e Micale, per l'ennesima volta di ritorno in società dopo il passo indietro di due settimane addietro, affiancati da Musumeci e Grasso in rappresentanza del resto delle cordate che gestiscono il club. Più che chiarezza, ulteriore caos. Alla squadra, poco importa, perché Infantino, chiunque sia al vertice della società, vuole tornare a fare 3 punti. La vittoria manca infatti dal 2 dicembre, e i turni senza vincere sono 7, tre sconfitte e quattro pari. Di fronte, un Messina che invece é reduce da un ciclo di 5 vittorie di fila, e vuole fare sei anche per vendicare la sconfitta interna dell'andata.

Ci sarebbero le permesse di un bel derby, giocato di mercoledì per evitare la coincidenza, domenica scorsa, col Carnevale acese. Ma a guastare i giochi ci pensa il meteo, che costringe le squadre in campo a giocare sotto una pioggia non battente ma continua, e su un terreno di gioco già disastrato di suo, che diventa uno scenario da lotta nel fango. Difficile per tutti i 22 in campo fare calcio degno di questo nome. A provare per primo è il Messina, con due conclusioni di Ragosta, entrambe centrali e facili da neutralizzare per Barbieri. L'Acireale si vede con Cocimano, che prova, a pochi passi dalla porta, a deviare una palla sporca ma, disturbato da un difensore, tocca alto. Poi Pannitteri lanciato verso la porta, mette in rete, ma tutto era fermo per un fuorigioco che forse, però, era di Alvarez. Poco prima della mezz'ora, l'Acireale prova a stringere i tempi e assedia il Messina nella propria area di rigore. Meo deve volare due volte a respingere altrettanti tiri velenosi di Lo Nigro. Ma quando i peloritani si affacciano dall'altra parte, ancora Ragosta prova a fare male: Barbieri stavolta deve tuffarsi per respingere.

Nonostante il campo pesante, la partita è godibile. Rosafio trova un corridoio a destra e pesca in mezzo all'area lo smarcatissimo Yeboah: bello il suo tiro di prima intenzione, anche meglio la risposta, strepitosa, di Barbieri in corner. Protesta l'Acireale per una reiterata trattenuta in area ai danni di Alvarez, che va comunque al tiro, sotto il naso dell'arbitro che sceglie di concedere una discutibile norma de vantaggio. Si va all'intervallo sullo 0-0.

La ripresa si apre con l'Acireale in attacco e con un'occasione d'oro per Manes che, servito con un cross da punizione, inzucca bene ma centra la traversa. Sullo sviluppo dell'azione mischione in area messinese risolto con un conclusione alta sopra la traversa. Infantino mette dentro forze fresche, fuori Pannitteri e Alvarez, dentro Pizzo (che poi uscirà per infortunio, lasciando il posto a Di Stefano) e Aloia. Poi ci prova al volo Cocimano, palla centrale per la parata facile di Meo. L'Acireale rischia qualcosa sui contropiede messinesi, ma va vicino al goal con un colpo di testa di Schiavino a lato. Gli sforzi granata però alla fine vengono premiati: Barraco innesca Tumminelli che va sul fondo e crossa sul secondo palo dove arriva in corsa Cocimano che al volo la piazza sotto l'incrocio dei pali lontano. Mister Modica corre ai ripari, fuori uno stanco Ragosta, dentro Cocuzza che si presenta subito con un tiro, abbondantemente a lato e con un colpo di testa su corner, fuori. Non succede altro fino allo scadere, e come buon auspicio per l'Acireale, si affaccia anche il sole dopo una giornata di pioggia.

TABELLINO

ACIREALE-MESSINA 1-0 (70' Cocimano)

Acireale (3-4-3): Barbieri; Tumminelli, Manes, Schiavino, Lordi, Giarrusso, Lo Nigro, Pannitteri (9' st Pizzo, 22' st Di Stefano), Cocimano, Alvarez (12' st Aloia), Barraco (35' st Sciannamè). A disposizione: Kuzmanovic, Dadone, Tribulato, Reina, Albertini. Allenatore: Infantino.

Messina (4-3-3): Meo; Lia, Bruno, Cassaro (34' St Misale), Manetta; Cozzolino (37' st Stranges), Bossa (42' st Iudicelli), Lavrendi; Rosafio (47' st Balsamà), Johnson Yeboah, Ragosta (28' st Cocuzza). A disposizione : Rinaldi, Barbera, Bucca, Prisco. Allenatore: Modica.

Arbitro: Biffi di Treviglio.

Note: angoli 6-4 per l'Acireale. Ammoniti Tumminelli è Giarrusso per l'Acireale, Bruno, Lavrendi e Cozzolino per il Messina.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php